In evidenza http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it it-IT Fili di parole: "Raccontiamo il mondo" <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/teatro-delle-ariette3/1785565-1-ita-IT/Teatro-delle-Ariette_medium.jpg" width="200" height="283" alt="Teatro-delle-Ariette" title="Teatro-delle-Ariette" /></div> </div> </div> </div> <p> <strong>Mercoledì 15 maggio</strong> ore 20.30<br /> sala polivalente della biblioteca<br /> <strong class="rosso">Euterpe: raccontiamo il mondo della parola.</strong> Spettacolo di poesia, canzoni d'autore e musica ideato e diretto da Germano Bonaveri.<br /> Lo spettacolo è nato e cresciuto in biblioteca, è l'esito finale di un bel lavoro sulla parola, sulla poesia e sulla musica che ha coinvolto cittadini di Anzola, di Crevalcore e di Bologna, nessuno dei quali è attore o cantante professionista. <br />L' ingresso è libero</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Lunedì 20 maggio</strong> ore 20.30<br /> sala polivalente della biblioteca<br /> <strong class="rosso">La mappa, il mondo, la globalizzazione:&nbsp;&nbsp;</strong><br /> <strong class="rosso">com'è possibile ancora capire il presente?&nbsp;</strong><br /> <strong class="rosso">Conferenza di geopolitica</strong> di Franco Farinelli.<br /> Trascurata a scuola. Insidiata dal web. Eppure sempre più importante. Per arginare e comprendere i nazionalismi e comprendere l'oggi, ascolteremo un brillante geografo, che con la sua grande conoscenza ed esperienza della materia ci darà l'occasione di in(formarci).<br />Ingresso libero</p><p>&nbsp;</p><p><span class="underline"><strong>I posti sono esauriti. Aperta lista d'attesa!</strong></span></p><p> <strong>Sabato 25 maggio</strong> ore 20<br /> Le notti di Cabiria<br /> <strong class="rosso">TEATRO NATURALE? Io, il couscous e Albert Camus</strong><br /> del Teatro delle Ariette<br /> di&nbsp;e con&nbsp;Paola Berselli e Stefano Pasquini<br />regia&nbsp;Stefano Pasquini</p><p> <em>Lo spettacolo racconta la storia vera di un diciassettenne bolognese (Stefano Pasquini) che, nell'estate del 1978, va in Francia, in Normandia, ospite della ragazza di cui si è innamorato e della sua famiglia; una famiglia di origine spagnola, emigrata in Algeria dopo la guerra civile per sfuggire alla dittatura di Franco e infine in Normandia in seguito alla guerra di liberazione algerina.</em><br /> <em>In Normandia Stefano scoprirà l'amore, il couscous, il romanzo &quot;Lo straniero&quot; di Albert Camus e si troverà di fronte alla scelta tra restare (diventando immigrato a sua volta) o tornare in Italia.</em><br />Per approfondimenti <a href="http://www.teatrodelleariette.it/spettacoli-naturale.html">vai al sito</a></p><p><strong>L'evento fa parte di Bologna estate 2019&nbsp;</strong></p><p> Lo spettacolo ha ingresso gratuito ma i posti sono limitati. <br />Per info e prenotazioni contattare Patrizia Caffiero biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it 0516502222/225</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Fili-di-parole-Raccontiamo-il-mondo c697495e8c460f6b5c6f94dd533a7d0e Wed, 08 May 2019 11:11:00 +0200 TEATRO NATURALE? Io, il couscous e Albert Camus <p><strong>Posti esauriti. Aperta lista d'attesa</strong></p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Sabato 25 maggio</strong> ore 20 &nbsp;<br /> Le notti di Cabiria via Santi angolo via Calari &nbsp; Anzola dell'Emilia<br /> <strong>TEATRO NATURALE? Io, il couscous e Albert Camus</strong><br /> del Teatro delle Ariette<br /> di e con Paola Berselli e Stefano Pasquini<br />regia Stefano Pasquini</p><p> Abbiamo deciso di fare questo spettacolo per parlare dell'oggi. E per parlare dell'oggi abbiamo pensato di raccontare una storia di molti anni fa, quando avevo 17 anni. <br /> È la storia di una piccola odissea personale fatta di incontri, di scoperte, di sconfitte e di viaggi, da Bologna alla Francia e dalla Francia al Mediterraneo, alla Spagna, all'Algeria. <br /> È la storia di formazione di un giovane diciassettenne che, seguendo l'amore, arriva in Francia dove è accolto da una famiglia di spagnoli, fuggiti in Algeria alla fine della Guerra Civile e arrivati in Francia per sfuggire alla Guerra di Indipendenza algerina. <br /> I pochi mesi dell'estate del 1978 mi hanno fanno incontrare in un lampo 50 anni di cultura e di storia del Mediterraneo, mescolando l'Italia degli anni di piombo, alla Spagna della Guerra Civile e poi della dittatura di Franco, all'Algeria colonia francese e poi in guerra per l'indipendenza. <br />L'incontro con l'amore mi ha aperto le strade della conoscenza, mi ha fatto mangiare per la prima volta il couscous e mi ha fatto scoprire &quot;Lo straniero&quot; di Albert Camus, un libro che mi ha cambiato la vita e mi ha messo di fronte all'eterno conflitto tra uomo naturale e uomo sociale.</p><p> Mersault, il protagonista de &quot;Lo straniero&quot;, è un uomo che rifiuta di mentire e obbedisce soltanto alle leggi della natura. Conduce una vita semplice, sfugge agli obblighi delle convenzioni sociali, è vero e sincero fino alle estreme conseguenze. Vive la sua vita naturale, solitaria e sensuale, fatta di cieli e di profumi d'estate anche in prigione, quando viene arrestato per avere ucciso un uomo. <br />Come potevo, giovane diciassettenne, non identificarmi completamente con questo uomo? Come potevo non appassionarmi alla straordinaria esperienza umana, intellettuale e artistica di Albert Camus?</p><p> In questo spettacolo si intrecciano e si confondono il passato e il presente: il passato della storia che raccontiamo e il presente dello spettacolo che stiamo facendo. Perché il teatro si fa solo al presente e parla solo di oggi anche quando racconta storie di molti anni fa. <br /> E poi durante lo spettacolo facciamo il couscous. Non è certo un piatto italiano, ma per me il couscous e la pasta sono la stessa cosa: sapori della memoria di un'esperienza che vivono nel presente. <br /> Forse, prima di nascere, Stefano delle Ariette ha passato qualche tempo in Algeria. Forse, in un'altra vita. Perché ieri e oggi sono la stessa cosa, perché il tempo non passa. Siamo noi che passiamo.<br />Stefano Pasquini</p><p><strong>L'evento fa parte di Bologna estate 2019 e della rassegna intercomunale delle biblioteche di Terred'acqua Fili di parole 2019</strong></p><p> Lo spettacolo ha ingresso gratuito ma i posti sono limitati. <br />Per info e prenotazioni contattare Patrizia Caffiero biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it 0516502222/225</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/TEATRO-NATURALE-Io-il-couscous-e-Albert-Camus df5804b3661594ba2e2728b40bfef0a4 Sat, 04 May 2019 11:11:00 +0200 Festa del gioco. Ora tocca a te! <p><strong>Causa previsioni meteo avverse l'evento è rinviato a domenica 15 settembre p.v.</strong></p><p>&nbsp;</p><p><strong>ADESSO TOCCA A TE!</strong></p><p><strong>La FESTA DEL GIOCO</strong> è un’iniziativa della comunità e per la comunità con la ProLoco di Anzola e la Consulta del Volontariato e con Caimercati e i giochi di strada, le automobili di GioCars il Museo del giocattolo in movimento, Fantateatro, Millemagichestorie e il mondo delle favole), FèMa Teatro, Biblioteca, Usato Anzola Park, Avsg, AVIS, We4Family, Allegre Comari, Centro Culturale, Centro Famiglie, Paco de Huanama, la Balotta, Didi Ad Astra, Parrocchia SS. Pietro e Paolo, Forum Giovani, Alma Mater Smashorum, Anzola Basket, ACIAIE..</p><p><strong>Attenzione: in caso di pioggia l’evento sarà annullato.</strong></p><p class=" text-left"><strong>Domenica 12 maggio dalle ore 15</strong></p><p> <strong>giochi di strada giochi per tutti con Caimercati:</strong> un’area coloratissima e bizzarra, con giochi in legno e materiali di recupero per stimolare ingegno e abilità di grandi e bambini. <br />Oggetti strabilianti e semplici al tempo stesso, creati da un gruppo di giovani artigiani, educatori umbri di un piccolo borgo, Caimercati, appunto, per far rivivere le atmosfere delle antiche fiere di paese.</p><p> dalle 16<br /> <strong>Esibizione e prova su strada su modelli di auto a pedali d'epoca della collezione GioCars</strong>, il Museo del Giocattolo in Movimento di Sala Bolognese. <br /> Per la partecipazione, che è libera e aperta ai bambini è obbligatorio il caschetto mod bicicletta<br /> Il Museo Dalle portantine, ai tricicli, alle giostre coi meravigliosi cavallini, alle carrozzine… e poi le automobili, una serie di splendidi modelli grandi perfettamente funzionanti. <br /> Tutto questo e molto altro è GioCars, il Museo del Giocattolo in movimento l’originale iniziativa che Adriano, collezionista, ha allestito nelle campagne di Sala Bolognese, e che ci fa vedere, divertendoci, come uomini e bambini si mossero, si sono mossi, si muovono in un lunghissimo arco temporale e su tutti i possibili mezzi atti a prolungarne gambe e piedi e ci fa immaginare come, muovendosi, giocavano.<br />Aggiungere Per info sul Museo GioCars vai al sito https://www.giocars.it/</p><p> dalle 16<br /> <strong>IL MONDO DELLE FIABE</strong> con Millemagichestorie. <br /> Mostra delle mappe delle fiabe realizzate dai bambini.<br /> Esposizione della grande cartina del mondo con i cinque continenti.<br /> Lucia Giustini e Fabio Monesi delle Millemagichestorie inviteranno i visitatori della Festa a scegliere dove ambientare la loro fiaba preferita sul grande planisfero. <br />Al termine della giornata si potrà vedere dove la maggior parte del pubblico ha immaginato di ambientare personaggi delle fiabe.</p><p> dalle 15<br /> <strong>USATO ANZOLA PARK</strong>. Mercatino del riuso. Saranno presenti spazi per adulti e bambini. <br />Per prenotare uno spazio mandate una mail a usatoanzola@gmail.com oppure presentatevi direttamente al Parco Fantazzini alle ore 15.</p><p> ore 15<br /> <strong>NELLE FAVOLE.</strong> Spettacolo dei Fantateatro. <br /> Le operatrici del Progetto Avviamento alla Lettura della biblioteca propongono l’esito finale di un laboratorio. <br />Protagonisti i bambini della scuola primaria.</p><p> dalle 15 alle 16.30<br /> <strong>LABORATORIO TEATRALE</strong> a cura di FèMa teatro aperto a tutti i bambini dai 6 ai 10 anni.<br />Partecipazione libera</p><p> dalle 15<br /> <strong>Spazio alla biblioteca</strong><br />Libri gioco, giochi da tavolo</p><p> ore 15.30<br /> <strong>MERCATINO ARTISTICO</strong> delle Allegre Comari. <br />Un mercatino nato per gioco, una galleria di piccole e grandi creazioni che vi stupiranno!</p><p> Spazio We4All <br /><strong>Paracadute ludico, Bolle giganti, giochi da tavolo, un laboratorio musicale</strong> con l’associazione We 4family</p><p> dalle 15.30<br /> <strong>LABORATORIO DIDATTICO</strong> creativo per adulti e bambini a cura dei Volontari di San Giacomo (Avsg)<br />Con riso, stoffa, foglie, rami raccolti nei boschi e la nostra fantasia faremo un quadretto da portare a casa come ricordo della Festa</p><p> <strong>GIOCO E RELAX</strong> con l'Associazione ARE<br />Tenda del benessere: le naturopate Paola Solmi e Laura Gioia saranno a disposizione per trattamenti e massaggi di 10 minuti come dimostrazione delle serate informative e dei corsi tenuti in associazione.</p><p>Sciogli la lingua: metti alla prova la tua abilità ripetendo a voce alta gli scioglilingua, chi si distinguerà vincerà un premio!</p><p> <strong>TIRO AL CANESTRO!</strong><br />Anzolaminibasket a cura di Anzola Basket</p><p> <strong>MERCATINO DEI LIBRI</strong> usati per bambini! <br />A cura del Centro Culturale Anzolese</p><p><strong>NOI SIAMO FATTI DI CARTA.</strong> Laboratorio di découpage per bambini a partire dai 5 anni a cura del Centro Famiglie con Loretta, Sonia e Tiziana.</p><p> dalle 15.30<br /> <strong>GIOCHI DI UNA VOLTA E DI UN'ALTRA TERRA</strong> a cura dell’Ass. Aciaie <br />Gioco con sassolini (Mela – Kiosch); bastoncini allo zafferano; gioco del grillo salato e altri...</p><p> <strong>TIRO ALLA GOCCIA!</strong> Fai centro con Avis: dimostra le tue abilità centrando gocce di diverse dimensioni! Gadget e adesivi per tutti. Giochi vari a cura dell’AVIS - Anzola. <br />Partecipazione libera</p><p> dalle 16<br /> <strong>LABORATORIO ARTISTICO con Mostra i colori della Balotta</strong> a cura dell'ass. Didì ad Astra e della Parrocchia dei SS Pietro e Paolo<br />Saggio Danza Ability e a seguire esibizione di Jujitsu a cura dell' Associazione Didì ad Astra</p><p> dalle 15 alle 19<br /> <strong>TORNEO DI SCACCHI</strong> 6 turni da 15 minuti italo-svizzero.<br /> Sfide con premi: 1°, 2°, 3° classificati; quota iscrizione €. 3,00<br />Iscrizioni alla Festa del Gioco dalle 14.30 alle 15 (fino a esaurimento posti – max 30). A cura del Circolo di Scacchi di San Giacomo del Martignone (AVSG)</p><p> <strong>Saranno presenti opere di Paco de Huanama</strong><br /> &nbsp;<br /><strong>Eventi collegati</strong></p><p> dalle 11 in municipio <strong>Super Smash Bros Ultimate</strong><br /><strong>Torneo regionale su Nintendo Switch.</strong> Evento a cura del Forum Giovani in collaborazione con “Alma Mater Smashorum” il gruppo di Smash della Regione Emilia-Romagna. Iscrizioni dalle 10 alle 11; il torneo si svolgerà dalle 11 in poi.</p> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Festa-del-gioco.-Ora-tocca-a-te 8ea16cc78cb571e77c204dc367f72045 Mon, 08 Apr 2019 11:12:00 +0200 SALVIAMO LE API IN UN GIARDINO SENZA VELENI incontro pubblico <p>SALVIAMO LE API IN UN GIARDINO SENZA VELENI</p><p>Incontro pubblico presso la sala Consiliare in programma mercoledì 27 marzo alle ore 20,30. Saranno presenti il Sindaco Giampiero Veronesi ed interverrà Roberto Ferrari Ph.D in Etnomologia del Centro Agricoltura Ambiente &quot;Giorgio Nicoli&quot;.</p><p>Le api sono minacciate dai pesticidi, dalla perdita di habitat, parassiti, malattie, cambiamenti climatici, monoculture. Senza le api è a rischio l'ambiente, il nostro cibo, l'agricoltura. Le api, non producono solo miele, dalla loro opera di impollinazione dipende un terzo degli alimenti che consumiamo.</p><p>Per parlare di come gestire gli orti, i giardini e favorire le api e altri insetti utili, sono invitati all'incontro tutti i cittadini e i rappresentanti delle associazioni degli agricoltori e dei vivaisti e specialisti del giardinaggio.</p> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/SALVIAMO-LE-API-IN-UN-GIARDINO-SENZA-VELENI-incontro-pubblico 56385aad9b809baeedecd6631a57ee02 Fri, 15 Mar 2019 12:45:46 +0100 Burattinai Resistenti <p><strong>Burattinai Resistenti 2019. Festival dedicato al Teatro d'animazione e alle Resistenze.</strong></p><p class=" text-left"> Torna, per la sesta edizione, il Festival Burattinai Resistenti. <br /> L’ associazione Teatrinindipendenti propone ad Anzola come sempre una panoramica del poco conosciuto teatro di animazione. <br />La qualità degli spettacoli si lega alla varietà di tecniche utilizzate. Protagonisti saranno due nomi di spicco del teatro d’animazione, e non solo.</p><p class=" text-left">Nelle scorse edizioni il programma si è ispirato a temi urgenti e importanti, quali la Resistenza e il Nazifascismo, la Lotta alla Mafia, la lotta sociale, l’antimilitarismo e il dramma dell’Immigrazione. Mostre, presentazioni di libri e altre iniziative hanno arricchito questi anni di festival.</p><p class=" text-left">Dalla scorsa edizione i bambini di Anzola frequentano il laboratorio&nbsp;Giochiamo al teatro&nbsp;e&nbsp;diventano&nbsp;i veri protagonisti del Festival calcando la scena per giocare al teatro assieme al pubblico.</p><p class=" text-left">I temi principali del prossimo Festival, che sono al centro anche del lavoro con i bambini, sono la nonviolenza e la risoluzione dei conflitti in modo pacifico. L’attualità ci porta a riproporre l’ argomento emigrazione.</p><p class=" text-left"><strong>Programma:</strong></p><p><strong>venerdì 10 maggio&nbsp;ore&nbsp;17.30</strong></p><p>sala polivalente della biblioteca</p><p>Zelda Teatro presenta&nbsp;<strong>RADIO PEPINITA!</strong>&nbsp;la rapa la terra la pace la guerra di e con Filippo Tognazzo. Tecnica: burattini a guanto. Spettacolo tout public</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Sabato 11 maggio ore 18.00</strong></p><p>Sala polivalente della biblioteca</p><p><strong>Il nemico.</strong>&nbsp;Esito del laboratorio Giochiamo al Teatro con i bambini di Anzola. Liberamente tratto da “Il nemico” di Davide Calì, a cura di Elis Ferracini, Maurizio Mantani di FèMa Teatro con la collaborazione di Sara Goldoni e Sandra Pagliarani.</p><p>ore 20.30</p><p>sala consiliare del municipio</p><p>Compagnia Roggero presenta&nbsp;<strong>Natalì&nbsp;</strong>di e con Gabriella Roggero</p><p>Tecnica: Marionette bunraku, burattini a guanto, pupazzi e attori.</p><p>spettacolo tout public</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Domenica 12 maggio&nbsp;dalle&nbsp;ore 15.00 alle 16.30</strong></p><p>Parco Fantazzini&nbsp; &nbsp;nell’ambito della Festa del gioco</p><p><strong>Laboratorio teatrale</strong> a cura di FèMa teatro aperto a tutti i bambini dai 6 ai 10 anni.</p><p>Ingresso libero</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Burattinai-Resistenti2 ec51167506baa887ba54cbee753ed1f3 Fri, 08 Mar 2019 11:11:00 +0100 ANZOLA DELL'ENERGIA: incontro pubblico di rendiconto del piano energetico del Comune <p class=" text-left">ANZOLA DELL’ENERGIA, INCONTRO PUBBLICO DEL RENDICONTO DEL PIANO ENERGETICO DEL COMUNE</p><p class=" text-left"> <strong>L</strong><strong>unedì 25 febbraio alle ore 20.30,</strong> nella Sala Consiliare del Municipio di Anzola dell'Emilia è in programma un incontro pubblico per rendere conto dei risultati dell'applicazione del PAES, Piano energetico comunale, collegato al Patto dei Sindaci dell'UE per raggiungere gli obiettivi ambientali al 2020. Tutti i cittadini, gli operatori economici, i tecnici e professionisti del settore sono invitati a questo incontro <br />che rappresenta una occasione&nbsp;concreta, con dati e informazioni, per riflettere insieme sul cammino fatto in questi 5 anni (dall'approvazione del PAES di Anzola del marzo 2014 ad ora) da parte delle famiglie, delle aziende e del Comune per diminuire le emissioni di CO2, efficientare i consumi energetici e aumentare la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili.</p> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/ANZOLA-DELL-ENERGIA-incontro-pubblico-di-rendiconto-del-piano-energetico-del-Comune e7274529827ddfd922d4274447092acf Tue, 19 Feb 2019 09:45:27 +0100 Immagini della cultura spagnola <p><strong>Immagini della cultura spagnola</strong></p><p> <strong>Cinemartedì </strong><br /> <strong>a cura di Sandra Có</strong><strong>rdoba Coto, cittadina spagnola del Servizio di Volontariato Europeo (YouNet e Comune di Anzola)</strong><br /> I film saranno proiettati in lingua italiana con sottotitoli in spagnolo.<br />Sandra&nbsp;Córdoba offre tutti i mercoledì un corso gratuito di spagnolo in biblioteca.</p><p> <strong>Martedì 7 maggio</strong><br /> ore 20.30<br /> Centro di Aggregazione Giovanile “La Saletta”<br /> <strong>Proiezione di un film&nbsp;del regista messicano Guillermo del Toro.</strong><br />Con Ivana Vaquero, Sergi López, Maribel Verdú, Ariadna Gil, Doug Jones y Álex Angulo.Spagna 1944.&nbsp;La guerra civile si è conclusa da tempo, e Francisco Franco ha preso saldamente il potere. In una zona montuosa ci sono però ancora dei ribelli tra i boschi che non si arrendono al nuovo regime. L'avamposto militare deputato a stanare e annientare questi ribelli è sotto il comando dello spietato capitano Vidal che ha chiamato a sé la moglie Carmen perché vuole che partorisca presso di lui. Carmen, che patisce il lungo viaggio, porta con sé la figlia Ofelia, nata dal primo matrimonio. Trovando insopportabile la nuova vita, Ofelia trova rifugio in un misterioso labirinto che ha scovato vicino alla grande casa di famiglia e dove Pan, la magica creatura che fa da guardiano al labirinto, le rivela che è proprio lei la principessa smarrita di un regno magico. Per scoprire la verità Ofelia dovrà portare a termine tre compiti pericolosi, per i quali non è affatto preparata.</p><p> <strong>Martedì&nbsp; 14 maggio&nbsp;</strong><br /> ore 20.30<br /> Centro di Aggregazione Giovanile “La Saletta”<br /> <strong>Proiezione di un film di Pedro Almodóvar</strong><br /> con Emma Suárez, Adriana Ugarte, Rossy de Palma, Dario Grandinetti, Michelle Jenner, Priscilla Delgado y Nathalie Poza.<br />Julieta, una professoressa di cinquantacinque anni, è in procinto di lasciare la Spagna per il Portogallo, dove si&nbsp;sta per trasferire l'uomo che ama, quando incontra casualmente Beatriz, amica d'infanzia di sua figlia Anita.Julieta non vede Anita da tredici anni. Anita ha fatto perdere ogni traccia di sé a quella madre senza colpa che incolpa. Julieta attende come Penelope appesa a un filo e a un diario che svolge la sua storia. Poi il destino le consegna una lettera...Raccontato attraverso lunghi flashback della protagonista, che dai giorni nostri torna indietro fino agli anni Ottanta che l'avevano vista rimanere incinta, e diventare madre e moglie, questo nuovo film del registra madrileno è tutto basato sul dolore di una donna che non si rassegna ad aver perso una figlia sparita di casa da 13 anni. E, ancora più in profondità, si regge su un'ossatura ancora una volta squisitamente alla Almodóvar, dove questa volta si affrontano gli abissi della colpa: la colpa provata dalla protagonista e legata alla morte di due uomini, e, indirettamente, anche alla fuga della figlia.</p><p><em>Ingresso libero</em></p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Immagini-della-cultura-spagnola 2c520c0eab9441725bf620bf2796ab3f Thu, 14 Feb 2019 08:01:00 +0100 Raccontiamo il mondo. Raccont(r)i. Incontri, racconti e scoperte in biblioteca - <p>&nbsp;</p><p> <strong>Giovedì 28 marzo&nbsp;</strong>alle ore 17<br /> sala polivalente della biblioteca<br /> <strong>Sono Leo. Un giorno impararerò a volare.</strong>Valentina Paolini e Nadia Ischia del Teatrino a due Pollici incanteranno i bambini con una storia bellissima che esplora il mondo dell'immaginazione e dell'arte.<br /> So chi sono, Leonardo mi chiamo. Nel tempo mi hanno definito<br /> inventore, ingegnere, pittore, giocoliere e maestro di macchine da<br /> guerra. Ma io resto quello che sono. Leonardo mi chiamo e so giocare.<br /> Lo spettacolo ci racconta la vita e l’opera dell’artista che tutti conosciamo, attraverso lo sguardo del piccolo Leo. Un continuo rimando tra passato e presente, tra l’uomo e il bambino, tra la curiosità del gioco e quella dello scienziato. Pupazzi e marionette, insieme ai disegni di sabbia eseguiti dal vivo e proiettati sopra ad un telo, ci catapultano nel mondo di Leonardo, tra<br /> dipinti, favole, disegni, musica e invenzioni.<br /> <strong>Dai 5 anni d’età ai 99</strong><br />Ingresso libero fino a esaurimento posti</p><p>&nbsp;</p><p>Eventi già trascorsi</p><p> <strong>Giovedì 14 febbraio</strong> ore 17<br /> sala polivalente della biblioteca<br />&quot;Il viaggio di Olga alla scoperta del mondo&quot;per bambini dai 2 ai 5 anni a cura di Martina dell'Ambaradan Teatro</p><p>“Qual è il mio posto nel mondo?” Gomì, che ama definirsi una morbida burattinaia, viaggia con la sua Valigia piena di morbide storie, quando la apre può saltare fuori di tutto, non solo libri ma anche amici in gommapiuma, pentole magiche, pensieri fantastici, forti emozioni, pezzi dimondi …. in cui Gomì si tufferà per trasformarsi e trasformare grandi e piccini che vorranno giocare con lei! Oggi dalla sua Valigia escono storie STORIE DI NUVOLE tratte da “Nuvoletta &quot;Olga” di Nicoletta Costa.</p><p>Olga è alla ricerca di un posto giusto per lei, un posto nel mondo e così viaggia sospinta dal soffio dei bimbi, alla scoperta del Mondo, fatto di montagne, mare… e cielo nel quale incontrerà il Sole, la Luna e un nuovo amico: NUVOLOTTO</p><p>Ingresso libero fino a esaurimento posti</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Raccontiamo-il-mondo.-Raccont-r-i.-Incontri-racconti-e-scoperte-in-biblioteca cf41245231fdb5385d258d7f88a26d2e Tue, 12 Feb 2019 11:11:00 +0100 Beer Mind <p> <strong>Venerdì 12 aprile e sabato 13 aprile</strong> dalle ore 19.30<br /> Le notti di Cabiria <br /> “BEER MIND”. Fiera della birra artigianale<br /> organizzato dal Forum Giovani. <br /> Protagoniste le favolose BIRRE ARTIGIANALI di grande qualità: Statale Nove, Birra Bellazzi, White Dog Brewery, una gastronomia d’eccellenza: Salumeria Comellini, Caseificio Lucchesi, Gelateria “Su Di Giri”.<br />Alle favolose birre potrete abbinare taglieri di salumi piccoli o grandi di alta qualità, spiedini di salsiccia, borlenghi, bevande analcoliche e patatine fritte.</p><p> <strong>Programma:</strong> <br /> <strong>venerdì 12 aprile</strong> alle ore 19.30 <strong>“Best Before War” americ rural music</strong><br /> alle ore 22 <strong>Threebs funk blues</strong><br /> <strong>sabato 13 aprile</strong> alle ore 19.30 <strong>Hot Club Bologna swing jazz</strong><br />alle ore 22 <strong>RockBusters! Classic rock’n’roll 50-60-70.</strong></p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Beer-Mind 691ec5574c58491f13c2b8c7c6d6d18a Sun, 10 Feb 2019 10:11:00 +0100 "She" - reale/virtuale: idee, emozioni, sensazioni di una donna contemporanea <p><strong>Sabato 2 marzo,</strong> alle 10 in biblioteca ad Anzola dell'Emilia - Piazza Giovanni XXIII, 2&nbsp;</p><p>Inaugurazione della mostra <strong>&quot;She&quot; - reale/virtuale: idee, emozioni, sensazioni di una donna contemporanea</strong> nelle vignette di Lorenzo Calza - alla presenza dell'autore.</p><p> &quot;She&quot;, la vignetta al femminile ideata da elle©i (Lorenzo Calza), nasce sulle pagine virtuali di Facebook nel 2010, e diventa subito un successo virale. <br /> Per anni, She viene pubblicata sui siti Condé Nast e sulle pagine cartacee de &quot;Il Misfatto&quot;, poi del &quot;Fatto Quotidiano&quot;.<br />Molte donne l'hanno usata come personalizzazione del profilo, perché She, nella sua essenza, rappresenta uno spaccato del femminile contemporaneo. Divertente, ma non solo. Anche molti uomini la seguono, per capire e mettersi in discussione..</p><p> Ad Anzola, sui tre piani della avveniristica biblioteca Comunale, verranno esposte le migliori vignette. Ci saranno anche gli originali di elle©i, disegnati a mano. E poi le T-SHErt, e gli oggetti di merchandising che hanno segnato la storia del personaggio. Anzi, della personaggia!<br />In un marzo di nuovo difficile sul tema dei diritti e della parità di genere, sarà anche un'occasione per riflettere sulla donna nell'immaginario odierno; dentro la mostra ci saranno momenti di incontro… anche tra di voi!</p><p>La mostra sarà visitabile durante gli orari di apertura della biblioteca dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19 e il sabato dalle 9 alle 12.30</p><p> Pagina ufficiale di She: https://bit.ly/2N2UhaE<br />Blog di Lorenzo Calza: http://lorenzocalza.blogspot.com/</p><p> Per info: Patrizia Caffiero <br /> biblioteca@anzoladellemilia.bo.it <br />0516502222/225</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Sabato 9 marzo</strong> alle ore 18<br /> sala consiliare del Municipio<br /><strong>Incontro “Immagin(ar)i di donna”</strong></p><p> Alla presenza di alcuni amministratori, di Maria Chiara Risoldi, Psicologa, Psicoterapeuta e Presidente della casa delle Donne per non subire violenza, di Angela Romanin, Formatrice, della casa delle Donne per non subire violenza, e di Lorenzo Calza, sceneggiatore, scrittore-vignettista, musicista<br />ci si confronterà sulla percezione e sulla rappresentazione della donna nell’arte, nella pubblicità, nella società e di come questo abbia inciso e incida sulle condizioni di vita delle donne e degli uomini.</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/She-reale-virtuale-idee-emozioni-sensazioni-di-una-donna-contemporanea 4868087f5eeafe6bb054c9dcb3eefa5e Thu, 31 Jan 2019 13:11:00 +0100 Uno spettacolo nato da un laboratorio teatrale <p><strong>Mercoledì 15 maggio</strong>, alle 20.30, nella sala polivalente della biblioteca avrà luogo l'esito finale del laboratorio teatrale, uno spettacolo&nbsp;creato e diretto dal cantautore bolognese Germano Bonaveri con gli iscritti al laboratorio &quot;Raccontiamo il mondo della parola&quot;. Non mancate!</p><p>Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.</p><p>L'evento è organizzato nell'ambito della rassegna intercomunale di Terre d'Acqua &quot;Fili di parole&quot; ed. 2019</p><p>&nbsp;</p><p>---------------------------------</p><p><strong>ISCRIVETEVI AL LABORATORIO TEATRALE</strong></p><p> Da mercoledì 6 febbraio avrete l'occasione di partecipare ad Anzola a un laboratorio teatrale gratuito a cura di Germano Bonaveri. <br /> Il laboratorio, dal titolo &quot;Raccontiamo il mondo della parola&quot;, si articolerà attraverso otto incontri della durata di due ore ciascuno che si svolgeranno in biblioteca (Piazza Giovanni XXIII, 2, Anzola dell'Emilia). <br /> Coinvolgerà dodici aspiranti attori - interpreti che si esibiranno al termine di un percorso di preparazione a uno spettacolo. <br /> Chi parteciperà sarà protagonista dello spettacolo EUTERPE ANCH’IO scritto e diretto da Germano Bonaveri, accompagnati dalla meravigliosa chitarra di Pietro Posani...una performance sospesa tra canzone d’autore e poesia. <br />Lo spettacolo rientrerà nella rassegna intercomunale a cura delle biblioteche di Terred'acqua &quot;Fili di parole&quot; ed. 2019</p><p> <strong>Cosa occorre:</strong> <br />Non si chiede necessariamente esperienza in campo artistico, ma soltanto voglia di partecipare, di apprendere tecniche di recitazione e canto imparando a lavorare insieme ad altri attori per portare a compimento un lavoro teatrale per le persone fatto dalle persone.</p><p> <strong>Cosa portare:</strong> <br />passione ed entusiasmo</p><p> Le iscrizioni sono aperte (fino a esaurimento posti).<br />Per info e adesioni scrivere a biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Eventi trascorsi:</strong></p><p> <strong>Mercoledì 16 gennaio</strong>&nbsp;ore 20.30&nbsp;<br /> sala polivalente della biblioteca&nbsp;<br />Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia</p><p> <strong>Germano Bonaveri cantautore, compositore, arrangiatore ed interprete presenta</strong>&nbsp;<br /><strong class="bigger">Euterpe. Concerti di poesia.</strong></p><p> Bonaveri, cantautore e autore bolognese, interpreta poesie immortali - passando da Alessandro Manzoni. Giovanni Pascoli, Giacomo Leopardi a Neruda e Pessoa - e canta le più famose canzoni d'autore della tradizione italiana (Francesco Guccini, De Andrè, e così via).&nbsp;<br /> Germano Bonaveri, che ha collaborato con Lucio Dalla e altri grandi musicisti italiani, vuole contribuire a portare il valore della parola al centro delle tematiche culturali.&nbsp;<br />Ingresso libero</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Uno-spettacolo-nato-da-un-laboratorio-teatrale 6decc2b8cbe909b13e718ccd713d45c0 Thu, 31 Jan 2019 10:15:00 +0100 La Fabbrica di Apollo <p> <em>La fabbrica di Apollo, rassegna di musica e teatro, è organizzata da un gruppo di artisti e operatori culturali, con la collaborazione dell'Amministrazione Comunale, del Centro Culturale Anzolese, dell'Anzola Jazz Club Henghel Gualdi e della Pro Loco di Anzola.</em><br /><em>Gli spettacoli si svolgeranno nella sala polivalente della biblioteca di Anzola (piazza Giovanni XXIII) con una formula originale e innovativa A partire dalle 20.30 sarete accolti, per un brindisi di benvenuto, con i vini delle cantine del Consorzio Vini dei Colli Bolognesi. Alle 21.00, puntuali inizieranno gli spettacoli. Dopo l'esibizione, gli artisti incontreranno il pubblico presente, davanti ad un bicchiere di vino o di birra e a un assaggio di specialità della cucina tradizionale e stagionale, racconteranno di sé, dei loro progetti e delle loro esperienze e risponderanno alle vostre domande.</em></p><p>sala polivalente | Biblioteca | Anzola Emilia</p><p> 2 novembre 2018 Savana Funk<br /> 7 dicembre 2018 Emanuelle Sigal<br /> 11 gennaio 2019 Teatro degli Angeli Love is the Revolution<br /> 1 febbraio 2019 Centoquarantuno [ovvero l’ultimo inganno mozartiano]<br /> 1 marzo 2019 Elisabetta Pasquale in arte Orelle<br />5 aprile 2019 Alice Tambourine Lover</p><p> <strong>Venerdì 2 novembre</strong> H 21.30<br />sala polivalente | Biblioteca | Anzola Emilia</p><p> <strong>SAVANA FUNK</strong><br />a.k.a. ALDO BETTO with BLAKE FRANCHETTO &amp; YOUSSEF AIT BOUAZZA</p><p> Aldo, Blake e Youssef s’incontrano nella primavera 2015 a Bologna, evidenziando da subito una rara sintonia. <br /> I tre intraprendono un viaggio sonoro in costante equilibrio tra funk, suggestioni africane, richiami anglosassoni e blues.<br /> Sperimentando ritmiche d’ispirazione elettronica, incrociando la musica africana al genere western, echi d’oltremanica alla visione jazzistica newyorkese, il trio ottiene un suo singolare sound. <br /> Aldo Betto w/ Blake Franchetto &amp; Youssef Ait Bouazza pubblicano il loro primo album, autoprodotto, MUSICA ANALOGA a febbraio 2016. Ospiti nell’album: Nicola Peruch, Massimo Zanotti, Max Castlunger, Danilo Mineo. <br /> Il 24 febbraio 2017 è uscito il secondo disco SAVANA FUNK (Brutture Moderne/Audioglobe), preceduto dal singolo omonimo il 21 gennaio. L’album ottiene decine di recensioni sulle principali riviste cartacee e on line specializzate.<br /> Ospiti nel disco “Savana Funk”: Piero Bittolo Bon, Kalifa Kone, Nicola Peruch, Danilo Mineo e Mecco Guidi. <br /> Ad inizio 2018 il trio adotta come nome della band SAVANA FUNK e pubblica BRING IN THE NEW sempre per (Brutture Moderne/ Audioglobe).<br />Tutti i dischi della band sono disponibili sulle principali piattaforme digitali (Spotify, iTunes, Deezer, …).</p><p> <strong>Venerdì 7 dicembre</strong> H 21.30<br />sala polivalente | Biblioteca | Anzola Emilia</p><p> <strong>Emanuelle Sigal</strong><br /> Uno dei dischi più gradevoli all’ascolto dell’intero 2017, questo Table rase di Emanuelle Sigal, “ugola d’oro” franco - israeliana che è di casa anche nel nostro paese (gravita soprattutto a Bolzano, Bologna e Venezia). Al suo secondo disco, la cantante mostra di avere ben metabolizzato molteplici influenze musicali e di averle superbamente applicate. Jazz, canzone francese, country, ritmi caraibici e messicani e pop di lusso sono i generi preponderanti che la cantante propone: il tutto, peraltro, ruota intorno alla deliziosa e decisamente sensuale voce di Emanuelle, protagonista assoluta di un disco che tra l’altro vede impegnato alla chitarra, quale ospite internazionale specialissimo, Marc Ribot, musicista rock jazz statunitense tra i più apprezzati del momento. Le canzoni, tutte le canzoni, galleggiano in un’aura di leggerezza e di festosità, di melodia e di ritmi incalzanti, tutti ingredienti che insaporiscono un piatto già di per sé ricco di gusto, data la buona qualità del songwriting (tutte le canzoni sono state composte dalla Sigal tranne “Telephone call from Istambul”, brano scritto dall’ottimo Tom Waits); la circostanza fa si che “Table rase” possa essere ascoltato più volte di seguito senza provare la minima fatica. <br /> La band che accompagna la Sigal, d’altro canto (Marco Bovi alle chitarre e al mandolino, Diego Sapignioli alla batteria e percussioni, Francesco Giampaoli al basso e alle tastiere, Enrico Farnedi alla tromba, trombone e mellotron), appare sempre all’altezza del proprio compito e contribuisce a pieno titolo e merito al risultato raggiunto. <br />Per questo merita tutta la nostra approvazione.</p><p> <strong>Venerdì 11 gennaio</strong> H 21.30<br />sala polivalente | Biblioteca | Anzola Emilia</p><p> <strong>LOVE IS THE REVOLUTION</strong><br />Poesia, musica e danza per muovere il sole e le altre stelle</p><p> Alessandro Dall’Olio - direttore artistico del Gruppo 77 - mette in scena il reading/spettacolo Love is the Revolution, una serata con le parole e i passi di danza ispirati dal Sentimento massimo, quell’Amore che muove le donne e gli uomini dalla notte dei tempi. <br /> Cosa abbiamo fatto per amore, cosa siamo capaci di fare e di costruire in suo nome? L’amore è sempre qualcosa di romantico? All’inizio è la speranza, generosa, fatta da due persone che non sanno chi sono, ma si lasciano trasportare dalla corrente del cuore. Magari poi ci si perde, forse per imparare di nuovo ad amarsi e a credere in “ciò che muove il sole e le altre stelle”. Il sentimento che ci tiene in vita, nelle parole di poetesse e poeti che fanno parte del Gruppo 77 (www.gruppo77poesia.it), che hanno voluto scrivere dell’Amore e delle sue inevitabili stagioni: l’Incontro, l’Innamoramento, l’Abbandono, la Rinascita e tutte le forze sovversive e rivoluzionarie del più vitale dei sentimenti.<br />Ma non solo versi accompagnati da composizioni sonore in sottofondo e videoproiezioni. Il Gruppo 77, la cui caratteristica è - da sempre - quella di contaminare l’alto livello poetico proposto da altre forme artistiche, sarà affiancato dai passi di danza delle ballerine del Laboratorio (www.nuovolaboratorio.com) su coreografie di Claudia Rota. Lo spettacolo è scritto e ideato da Alessandro Dall’Olio, che ne cura anche la regia.</p><p> <strong>Venerdì 1 FEBBRAIO</strong> H 21.30<br />sala polivalente | Biblioteca | Anzola Emilia</p><p><strong>Centoquarantuno ovvero l’ultimo inganno mozartiano</strong></p><p> Quando è morto W.A.Mozart? La storia della musica ci offre una sola possibilità interpretativa: 5 dicembre 1791, seppellito in una fossa comune. La cinematografia non troppo recente ci ha offerto una suggestiva interpretazione degli ultimi febbrili giorni della sua vita, leggenda o realtà? Leggenda, affermerei con assoluta certezza. Ma con tanta assoluta certezza possiamo affermare che il più strabiliante compositore della storia della musica sia andato a finire in una fossa comune e che le sue spoglie siano andate perse per sempre? Lo spettacolo di narrazione musicale che vi proponiamo offre una suggestiva finestra sulla vita di Mozart dopo la sua presunta morte … Tra narrazione, musica dal vivo, leggenda, realtà, colpi di scena e un pizzico d’ironia, i due pianisti vestono i panni di due grandi musicisti ponendosi un inquietante interrogativo: Rossini era Mozart?<br /> La vera vita di Mozart dopo la sua morte è uno spettacolo musicale 2 per voci narranti e pianoforte a 4 mani in cui saranno eseguiti: di Mozart, Estratti dal Requiem; Ouverture dalle Nozze di Figaro; Fantasia in Do minore; di Rossini, La gazza ladra; Ouverture dal Barbiere di Siviglia; Riens n. 1, 5 e 6; Estratti dalla Petite Messe Solennelle.<br />Spettacolo scritto e diretto da Michele de Candia con Sergio Vecerina e Michele de Candia.</p><p> <strong>Venerdì 1 MARZO</strong> H 21.30<br />sala polivalente | Biblioteca | Anzola Emilia</p><p> <strong>Elisabetta Pasquale in arte ORELLE</strong><br /> La cantautrice e giovane contrabbassista presenta i suoi inediti con atmosfere tendenti all’acoustic rock/jazz che strizzano l’occhio anche a suoni più dream o aspri in un pop sperimentale dai contorni delicati. Open Act per: Brunori Sas, Gregory Porter, Gino Paoli, Nada Malanima, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Niccolò Carnesi, Riccardo Sinigallia ... Orelle ha pubblicato il suo primo Ep Primulae radix nel 2015 grazie alla Black Candy Records e ad aprile 2017 ha visto la luce il suo primo album dal titolo Argo per la stessa etichetta fiorentina, con editore Warner Chappell. <br /> A novembre 2016 è stata ospite dell'“Interfilm Festival di Berlino”, festival internazionale dedicato al mondo del cortometraggio d'autore. Attualmente studia contrabbasso jazz presso il conservatorio di Bari con il M° Maurizio Quintavalle. La cantautrice ha collaborato con il trombettista jazz Fabrizio Bosso e il cantautore Antonio Dimartino e suonato in festival jazz tra cui l'Empoli Jazz Festival, Summer Note di Bologna, Bari in Jazz e tanti altri. È stata pubblicata su numerose riviste musicali tra cui “Musica Jazz” e sulla copertina della rivista giapponese “The Walkers”. <br /> “Stregata dalla musica : la giovane contrabbassista e cantante pugliese si mostra una voce di sicuro interesse nell´affollato panorama odierno” (Musica Jazz) <br />“Un calmo respiro a testa in su. Senza tempo. Un´odissea vissuta sottovoce” (Il Mucchio selvaggio)</p><p> Venerdì 5 APRILE H 21.30<br />sala polivalente | Biblioteca | Anzola Emilia</p><p> <strong>ALICE TAMBOURINE Lover</strong><br /> Chi ha detto che ogni proposta musicale debba essere il frutto di un lungo ed estenuante lavoro al mixer, fatto di sovraincisioni, piste multiple ed effetti speciali? E se ogni tanto si riuscisse a catturare spontaneamente la semplicità e l’immediatezza di un sound che sgorga pulito e genuino? Il maggior pregio di questo duo atipico, Alice Tambourine Lover, creato da Alice Albertazzi (voce, chitarra e foot tambourine) e Gianfranco Romanelli (dobro resonator guitars), sembra proprio questo, un’intesa dalle potenzialità inesauribili, capace di sprigionare un fluido musicale continuo ed istintivo. <br />Il dobro di Gianfranco con le sue note psichedeliche ed oscillanti e la suadente voce di Alice si intrecciano in un rarefatto impasto armonico, leggero e virtuale come il volo di un gabbiano, che vive, respira e sogna in puro stile americano e fa del suo minimalismo un punto di forza per aderire e restituire la sincera espressività dei suoi autori ed interpreti.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Biglietti</strong><br /> singolo 10,00 euro (spettacolo + consumazione)<br />abbonamento 50,00 euro (6 spettacoli)</p><p> <strong>Prevendite Anzola Emilia:</strong><br /> Ocean Bar e Edicolè via Goldoni<br /> Rosa e Morena via Schiavina<br />Stefy &amp; Stefy via Emilia</p><p> <strong>Infoline</strong><br /> lafabbricadiapollo@libero.it<br /> biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it<br /> la fabbrica di apollo<br />Stefano 3478936204</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/La-Fabbrica-di-Apollo2 1cf29a6b99adfe227a1fdfece0a68339 Tue, 29 Jan 2019 09:11:00 +0100 I luoghi della solidarietà <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/visite-guidate-miriam-forni/1765503-1-ita-IT/visite-guidate-miriam-forni_medium.jpg" width="200" height="284" alt="visite-guidate-miriam-forni" title="visite-guidate-miriam-forni" /></div> </div> </div> </div> <p><strong>Storia per luoghi e altre storie edizione 2019&nbsp;</strong><strong>La solidarietà</strong></p><p><strong>Visite guidate</strong>&nbsp;a cura di Miriam Forni, guida turistica esperta dell'Emilia Romagna&nbsp;</p><p> <strong>Miriam Forni ci propone come ogni anno un programma creato ad hoc per il nostro Comune.&nbsp;</strong><br />Si andranno ad indagare alcuni luoghi, eventi, personaggi e storie che hanno caratterizzato alcuni degli aspetti legati alla solidarietà e all’assistenza nei secoli passati fino alle attuali strutture, che svolgono un ruolo determinante nella cura, formazione, recupero e sostegno dei più deboli.&nbsp;</p><p><strong>Giovedì 2&nbsp;maggio&nbsp;</strong>ore 20.30</p><p> Sala polivalente della Biblioteca&nbsp; Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /> <strong>Storia per luoghi e altre storie. La solidarietà</strong><br /> Presentazione degli itinerari delle visite guidate in programma<br /> A cura di Miriam Forni<br /> ingresso libero<br />Durante la serata saranno effettuate le iscrizioni alle visite.</p><p> <strong>sabato 4 maggio</strong>&nbsp;ore 15.30&nbsp;<br /> <strong>La quadreria dei Poveri Vergognosi&nbsp;</strong><br /> <em>ritrovo in via Marsala, 7</em><br /> La Quadreria, un nuovo museo che restituisce alla città tavole e tele di maestri prevalentemente bolognesi dal Cinquecento al Settecento, appartenenti al vasto patrimonio delle antiche Opere Pie, dal 2014 riunite in ASP Città di Bologna. <br />Frutto di lasciti nei 500 anni di storia delle Istituzioni da cui trae origine, il cospicuo patrimonio consente di ripercorrere alcune delle principali tappe della storia dell’Opera Pia&nbsp; e di conoscere alcuni dei fondatori e benefattori che hanno contribuito alla formazione del cospicuo patrimonio e alla “salvezza” di tanti sfortunati.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>sabato 11 maggio</strong>&nbsp;ore 15.30&nbsp;<br /> <strong>La chiesa del Suffragio e Villaggio del Fanciullo</strong><br /> <em>ritrovo davanti alla chiesa del Suffragio (Dehoniani), via Libia&nbsp;</em><br />Splendido esempio di architettura contemporanea la chiesa dei Dehoniani si erge maestosa su via Libia, nel quartiere della Cirenaica. Attiguo ad essa il Villaggio del Fanciullo è esempio di una delle più attive realtà di assistenza e solidarietà della città di Bologna. Attraverso la cooperativa di solidarietà sociale Villaggio del Fanciullo, una onlus alla quale sono state affidate, dai padri dehoniani, le strutture e le risorse operative, tra le quali ad esempio Il Centro di Accoglienza Villaggio, Il Progetto “voce del verbo accogliere”, realizzato in collaborazione con l'amministrazione penitenziaria del Carcere Dozza di Bologna, destinato all'accoglienza residenziale temporanea di detenuti giunti a fine pena.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>sabato 25 maggio</strong>&nbsp;ore 15.30<br /> <strong>Palazzo e Museo Davia Bargellini&nbsp;</strong><br /> <em>ritrovo davanti al Museo Davia Bargellini, Strada Maggiore, 44</em><br />Il palazzo Davia Bargellini, uno degli esempi più significativi di architettura barocca bolognese, è proprietà dell’antica Opera Pia Da Via Bargellini, nata per volontà del marchese Da Via nel 1874, e svolge la propria attività nei campi assistenziale, educativo e formativo. All’interno del palazzo dal 1924 ha sede il museo Davia Bargellini, sorto per volere dell’allora Soprintendente alle Gallerie, Francesco Malaguzzi Valeri. Ancora oggi le sette sale espositive risentono in gran parte del primitivo allestimento che l’ideatore aveva stabilito per i due distinti nuclei patrimoniali che lo componevano - la Quadreria Davia Bargellini e la raccolta d’arti applicate - nell’intento di dare vita ad un appartamento arredato del Settecento bolognese, nel quale accanto a mobili e suppellettili di pregio si dispongono anche oggetti rari, come lo scenografico teatrino per marionette e l’incantevole riproduzione in miniatura dell’interno di una abitazione privata del XVIII secolo.</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Costo euro 20 persona per l’intero pacchetto di visite (non scindibile).&nbsp;Le iscrizioni (max 30 persone) deve essere effettuata durante la serata di presentazione degli itinerari.</strong></p><p> <strong>Per informazioni rivolgersi a Patrizia Caffiero</strong><br /><strong>Tel&nbsp;<a href="callto:0516502222" class="nuovafinestra_inline">0516502222</a>/225&nbsp;<a href="mailto:biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it" class="nuovafinestra_inline">biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it</a></strong></p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/I-luoghi-della-solidarieta 098da456f6d52a14f37b2b61d4b519fb Sat, 26 Jan 2019 11:11:00 +0100 Viva la libertà <p>Attenzione: il concerto AL DI LA' DEL MURO dei ragazzi del Centro Culturale Anzolese diretti dal Maestro Sergio Altamura si svolgerà alle Notti di Cabiria causa maltempo.</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> Il&nbsp;<strong>25 aprile 1945</strong>&nbsp;segna la&nbsp;vittoria della Resistenza Italiana sui nazifascisti. Quel giorno la città di Milano, sede del comando partigiano, insorge e prende il sopravvento sui fascisti. Ormai la maggior parte d'Italia è liberata, <strong>Anzola dell'Emilia</strong> era stata liberata il <strong>20 aprile</strong>; la guerra sta per finire. La data del 25 aprile ha, dunque, un profondo significato simbolico: rappresenta la fine del Ventennio fascista e della guerra; la vittoria della resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane contro il governo fascista e l’occupazione nazista. <br /> Infatti, negli anni della Seconda Guerra Mondiale (1939-45) l’Italia si ritrovò divisa in due parti: da un lato vi era Benito Mussolini che, con i fascisti, aveva formato la “Repubblica sociale italiana” e dall’altro, in opposizione, il governo Badoglio con gli Alleati americani ed inglesi. Fu, quindi, organizzata dai Partigiani la “Resistenza” per combattere il dominio nazifascista.&nbsp;<br />&nbsp;Il 25 aprile rappresenta il culmine della fase militare della Resistenza e l’avvio effettivo di una fase di governo, da parte dei suoi rappresentanti, che porterà al referendum del <strong>2 giugno 1946</strong> per la scelta tra monarchia e repubblica. La Festa della Liberazione rappresenta un evento epocale, una rivoluzione che porterà l’intera popolazione adulta italiana a decidere la loro forma di governo, sino alla nascita, come sappiamo, della Repubblica italiana e alla stesura definitiva della Costituzione.</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Giovedì 25 Aprile</strong></p><p><strong>Festa della Liberazione</strong></p><p class=" text-left"><strong>ore 9</strong> Sala Consiliare</p><p><strong>Consegna tessere onorarie ANPI</strong></p><p>a seguire Musiche del Corpo Bandistico Anzolese</p><p><strong>ore 9.30</strong></p><p>Corteo della Liberazione</p><p><strong>ore 11</strong> Piazza Berlinguer</p><p><strong>Viva la Libertà</strong></p><p>interventi dell'Amministrazione Comunale e dell'ANPI</p><p><strong>ore 12.30</strong> presso Ca’ Rossa</p><p><strong>Pranzo con l'ANPI</strong></p><p><strong>ore 16</strong> Giardino della Ca’ Rossa</p><p> <strong>Al di là del muro. Canti resistenti: quinta edizione</strong><br />con gli allievi dei corsi di musica del CCA diretti dal Maestro Sergio Altamura.</p><p>Il musicista Sergio Altamura, docente di chitarra del Centro Culturale Anzolese crea con i suoi ragazzi un format ogni volta diverso e sempre più appassionante. Il tema del 2019 riflette sul concetto dei &quot;Muri&quot;, sia fisici e fin troppo reali come quello costruito in Messico, a Gaza, a Calais, e dei muri psicologici che ognuno di noi costruisce intorno a sé.</p><p>Sono i muri, di ogni tipo, che rafforzano e alimentano i razzismi, l'odio, come oggi sta accadendo in maniera preoccupante.</p><p class=" text-left"> <a id="OBJ_PREFIX_DWT447_com_zimbra_date"></a> <a id="OBJ_PREFIX_DWT448_com_zimbra_date"></a><strong>Lunedì&nbsp;29 aprile</strong></p><p class=" text-left"><strong>ore 20.30</strong> Sala Polivalente</p><p><strong>Convivere informa -</strong><strong>Ti</strong></p><p><strong>Cosa sai VERAMENTE sull'Islam.</strong></p><p><strong>Insieme per la conoscenza e contro la disinformazione&nbsp;</strong></p><p>a cura della Comunità Islamica, in collaborazione con l'ass. ACIAIE, con il Tavolo Interculturale e Interreligioso e il Tavolo Malala.</p><p>Seguiranno dibattito e buffet.</p><p class=" text-center"><strong>Martedì&nbsp;</strong><strong>30 aprile Liberazione di Anzola</strong></p><p>ore 9 Cimitero</p><p class=" text-left">Deposizione di fiori al Cippo dei Partigiani&nbsp;</p><p class=" text-left">ore 10&nbsp;<strong>Festa della Pace</strong><strong>&nbsp;Liberazione dei Palloncini con i bambini delle scuole di Anzola.</strong></p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Viva-la-liberta 57943c3886d58c29eda93a7a5f3a8a1a Fri, 25 Jan 2019 09:10:00 +0100 Vai col liscio <p> <strong>Domenica 5 maggio</strong> dalle ore 16<br /> Le Notti di Cabiria<br /> <strong>VAI COL LISCIO!</strong> con Moreno il Biondo e la sua Orchestra<br />Un gemellaggio fra la bassa e il mare, fra la crescentina e la piadina, fra Anzola e Gatteo Mare grazie al LISCIO che riunisce, accomuna, emoziona, appassiona adulti e giovani.</p><p> Il costo è di 8 euro e comprende: assaggio di piadina con salumi, crescentina e scquacquerone. <br /> Ci saranno animazione e balli di gruppo con Teo il Gatto di Gatteo e ospiti a sorpresa. <br /> Una iniziativa per la comunità realizzata con la collaborazione di Pro Loco, Ca' Rossa e Consulta del volontariato. <br />Per info 3331082929</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Vai-col-liscio2 dd4fe453e9fcdbb2dc918af6a6a4c486 Thu, 24 Jan 2019 11:11:00 +0100 Carnevale Anzolese <p><strong>Carnevale ad Anzola e Castelletto</strong> a cura della Pro Loco di Anzola</p><p> <strong>Sabato 16 febbraio</strong> dalle ore 14.30 <br /><strong>Carnevale a Castelletto</strong> di Santa Maria in Strada con partenza dal Centro Amarcord.</p><p> <strong>Domenica 17 e domenica 24 febbraio</strong>, dalle 14.30 <br /> <strong>Carnevale ad Anzola per le vie del centro.</strong> <br />Sfilata di carri e maschere</p><p> <strong>Sabato 2 marzo</strong>, alle ore 15<br /> alle Notti di Cabiria<br />&nbsp;<strong>Festa di Carnevale per bambini&nbsp;</strong></p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Carnevale-Anzolese2 8ff752ec1cbe496be9f8a0eeb2a9e669 Wed, 02 Jan 2019 11:11:00 +0100 Premiazione del Concorso letterario delle scuole <p> <strong>Giovedì 2 aprile</strong>, alle ore 17.30, nella sala consiliare del Municipio <br />per la Giornata mondiale della sensibilizzazione sui disturbi dello spettro autistico</p><p> si svolgerà la <strong>PREMIAZIONE</strong> del concorso letterario rivolto alle scuole con lettura dei testi dei finalisti, testimonianze di genitori e operatori.<br /> Seguirà l' accensione della luce blu sul Monumento dei Caduti.<br />A cura dell' Ass. Didì Ad Astra</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Premiazione-del-Concorso-letterario-delle-scuole 1622fee0d3d72d1d57939d2beb88e9d5 Tue, 01 Jan 2019 11:11:00 +0100 5 DICEMBRE: 74° ANNIVERSARIO DEL RASTRELLAMENTO DI ANZOLA <p class=" text-center"><strong>Commemorazione del 74° Anniversario del Rastrellamento di Anzola dell’Emilia</strong></p><p><strong>Mercoledì 5 Dicembre</strong>, siete invitati alla commemorazione del 74° Anniversario del Rastrellamento di Anzola. La Cerimonia avrà inizio alle ore <strong>19.30</strong> presso il Piazzale della Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo con l'arrivo della staffetta,&nbsp;a cura della Polisportiva Anzolese,&nbsp;per l'accensione della fiaccola del Sindaco. La fiaccolata, con la benedizione ed il&nbsp;saluto di Don Stefano, &nbsp;proseguirà&nbsp;lungo la Via Goldoni, fin sotto le finestre della Biblioteca De Amicis per la lettura dei nomi&nbsp;dei&nbsp;partigiani che nel 1944 furono rastrellati. L’Amministrazione Comunale e l’ANPI scopriranno le targhe sul muro della ex scuola elementare perchè in quel luogo il 5 dicembre 1944 furono rinchiuse le persone rastrellate dai nazifascisti facenti parte del progetto “La memoria ci parla”. Brevi biografie di 18 uomini e donne protagonisti della Resistenza anzolese, corredate da un QR Code, che rimanda alle loro interviste video sul canale Teche ANPI di Youtube.</p><p>Il corteo proseguirà fino alla Piazza Berlinguer per la deposizione della Corona Commemorativa e&nbsp;per l'inaugurazione del restauro&nbsp;del Monumento&nbsp;dei Partigiani, reso possibile grazie alla disponibilità del nostro caro concittadino Italo Guazzaloca, dell'ANPI sez. di Anzola, della Cà Rossa e&nbsp;delle Aziende locali che hanno contribuito economicamente alla buona riuscita del restauro e che questa Amministrazione ringrazia sentitamente. La cerimonia proseguirà con un incontro presso la Sala Consiliare del Comune con interventi di Ragazze e Ragazzi delle classi 3e della Scuola Secondaria di primo grado G. Pascoli, del Sindaco Giampiero Veronesi e di Lisa Franco, Presidente ANPI di Anzola. Un sentito ringraziamento&nbsp;va anche al nostro Istituto Comprensivo De Amicis,&nbsp;ai professori della Scuola media Giovanni Pascoli ed ai ragazzi delle classi terze che come tutti gli anni colgono l'occasione per riflettere sui valori di libertà e giustizia.</p><p>&nbsp;</p> <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/rastrellamento-con-programma2/1693196-1-ita-IT/RASTRELLAMENTO-CON-PROGRAMMA_medium.jpg" width="200" height="266" alt="RASTRELLAMENTO-CON-PROGRAMMA" title="RASTRELLAMENTO-CON-PROGRAMMA" /></div> </div> </div> </div> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/5-DICEMBRE-74-ANNIVERSARIO-DEL-RASTRELLAMENTO-DI-ANZOLA 20c01e592a7d213296aea4ef7c7244da Fri, 30 Nov 2018 11:53:33 +0100 Gino Pellegrini, grande artista e scenografo <p><strong>Domenica 25 novembre</strong>&nbsp;alle 11&nbsp;</p><p> <strong>Visita guidata alla &quot;Piazzetta Betlemme&quot;</strong>&nbsp;a cura di Osvalda Clorari Pellegrini<br /> Ritrovo in via Betlemme, San Giovanni in Persiceto alle ore 10.45.<br /> La visita avrà luogo anche in caso di maltempo. <br />Per prenotazioni biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Sabato 8 dicembre</strong> alle ore 16 verrà inaugurata in Piazza Grimandi (spostandosi poi presso la Parrocchia dei S.s Pietro e Paolo) l'installazione di bellissimi pannelli alti due metri e mezzo dipinti da Gino Pellegrini, suggestive<strong> scenografie</strong> che riprongono note Annunciazioni e Natività di pittori gotici e rinascimentali.<br />Le scenografie saranno installate in Piazza Grimandi; un pannello sarà posizionato presso la Parrocchia dei S.s Pietro e Paolo e un'altro nella Badia di Santa Maria in Strada.</p><p>****************************************************************</p><p><strong>Orizzonti. Opere di Gino Pellegrini.&nbsp;</strong></p><p><strong>Orizzonti, mostra tematica di opere di Gino che si articola per tutti i piani della biblioteca,&nbsp;</strong>ci rappresenta un viaggio tra le sue visioni naturalistiche, cieli, prati, mari, terre, foglie, accompagnati da foto d’autore che mostrano panoramiche e dettagli di lavori pittorici a cielo aperto in luoghi pubblici del territorio ed anche in spazi privati.</p><p>I dipinti, prevalentemente ad acquarello sono riflessioni sulle infinite variazioni dell’azzurro ricreando cieli e mari e danno l’impressione di un continuo sconfinamento, di sfondamento dello spazio. I cieli, definiti&nbsp;<em>Liquid Skies</em>&nbsp;in un suggestivo testo di Rosalba Pajano vanno da piccoli formati fino alle maggiori dimensioni. Alcuni presentano immagini arboree in primo piano, altri sono puramente astratti. Nei mari invece vediamo cromatismi più intensi in un riferimento esplicito al tema del naufragio e ad un mare inteso come l’incognito che ci portiamo dentro.</p><p><strong>La mostra &quot;Orizzonti&quot; è visitabile fino al 31 dicembre 2018 negli orari di apertura della biblioteca (dal martedì al venerdì dalle 9 alle 19, il sabato dalle nove alle 12.30)</strong></p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Gino Pellegrini - note biografiche</strong></p><p>Nato a Lugo di Vicenza nel 1941, già negli anni cinquanta, all'età di 16 anni, Pellegrini parte come emigrante per gli Stati Uniti, seguendo una tradizione familiare. A Los Angeles frequenta la facoltà di Architettura all'UCLA – University del Sud California e consegue il Master Degree in Fines Arts alla Los Angeles Art Center School. Dopo un periodo di lavoro in pubblicità, dipingendo specialmente immensi billboard in esterni per la Pacific Outdoors Advertising e impegnandosi anche in campo artistico con mostre nel movimento Pop Californiano, entra giovanissimo nell'industria del cinema dove percorre tutti i gradi della carriera scenografica per le maggiori case di produzione hollywoodiane. Tra i film più importanti a cui lavora si ricordano in ordine sparso: &quot;2001 Odissea nello Spazio&quot; di Stanley Kubrick (in cui realizzò le modifiche alle nuvole del modellino della Terra per le scene nello spazio, fondali e dettagli nelle scene della Terra primordiale e la camera bianca del finale. Lavora anche in musical quali &quot;West side story&quot;, &quot;Funny Girl&quot;, &quot;Hello Dolly&quot;, &quot;Mary Poppins&quot; e in importanti show a Las Vegas. Ricordiamo altri film come &quot;Indovina chi viene a cena?&quot;, &quot;Gli uccelli&quot; di Alfred Hitchcock, &quot;Gli ammutinati&quot; del Bounty, &quot;L'uomo venuto dal Kremlino&quot;, &quot;Viaggio allucinante&quot;, &quot;Il pianeta delle scimmie&quot;, &quot;La spada nella roccia&quot; (come cromatista), nonché alcune note serie tra cui &quot;Bonanza&quot; e &quot;Star Trek&quot; .</p><p>Dopo quel periodo di intensa attività di 15 anni in California, torna in Italia nel 1972 dove continua a lavorare nel campo della scenografia, cinematografica e documentaristica, stabilendosi dal 1974 nel bolognese, dove continua con maggiore intensità una ricerca artistica mai interrotta fin da giovanissimo. Sperimentatore curioso e versatile, si è cimentato, nel corso degli anni in numerose tecniche pittoriche, espresse sia su spazi immensi, come pubbliche piazze ed edifici, sia su piccole dimensioni. La sua formazione di scenografo, saldamente radicata nella cultura artigianale delle mani, sempre pronta ad inventare nuove semplici e sorprendenti soluzioni, lo ha portato a sperimentare anche altre pratiche artistiche in cui ha alternativamente accostato pittura, tessitura, reinvenzione di spazi.</p><p>Nella sua casa – officina sulle colline fra Savigno e Monte San Pietro, dove ha trascorso l’ultimo quindicennio, e dove ora si continua a diffonderne l’opera troviamo, accanto ai pennelli, e ad ogni tipo di strumenti per dipingere, pialle, trapani, incudine, foglie, rami, sassi, fili di ferro, filati diversi, ruderi di finestre e di legname... ogni sorta di attrezzo o materiale che lui usava con la stessa sensibilità con cui usava i colori dando vita alle straordinarie tessiture e ai numerosi assemblage.</p><p>La sua necessità di esprimersi è sfociata negli ultimi anni anche in performance dal vivo dove pittura, creazione, musica e tensione poetica confluivano armoniosamente in un tutt'uno.</p><p>Veri spettacoli in cui il pubblico assisteva al realizzarsi di grandi dipinti in tempo reale. L’ultimo a Savigno nel 2014.</p><p>Sul territorio della nostra regione restano notevoli testimonianze di scenografia pittorica. A Dozza, a Bologna, a Castel di Casio, a Savigno, a Conselice nel ravennate, a Sant’Agata Bolognese, ad Anzola e, naturalmente, a San Giovanni in Persiceto dove la &quot;Piazzetta Betlemme&quot; si distingue per la singolarità della sua storia.</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Gino-Pellegrini-grande-artista-e-scenografo bd1b219bdb5aaf75c048267aab4e0b72 Sat, 27 Oct 2018 18:29:00 +0200 Iniziativa 3 novembre Caduti di Nassirya e delle missioni internazionali di pace <p class=" text-justify">L’Amministrazione Comunale ricordando l’Unità Nazionale e delle Forze Armate (4 novembre) invita all’evento - Nuova intitolazione della rotatoria e inaugurazione della statua ai “Caduti di Nassiriya e delle missioni internazionali di pace” -, in programma sabato 3 novembre dalle ore 10. </p><p class=" text-justify"> <a id="OBJ_PREFIX_DWT128_com_zimbra_date"></a> <a id="OBJ_PREFIX_DWT129_com_zimbra_date"></a> <a id="OBJ_PREFIX_DWT119_com_zimbra_date"></a> <strong>Sabato&nbsp;3 novembre 2018: PROGRAMMA</strong></p><p>-&nbsp;ore 10.00:&nbsp;&nbsp;Messa in ricordo dei Caduti nella Chiesa “Ss. Pietro e Paolo” di Anzola (Via Goldoni, 42). Alla Santa Messa parteciperanno le autorità civili, militari ed i famigliari dei Caduti.</p><p>-&nbsp;ore 11.00:&nbsp;&nbsp;Posa della corona al monumento dei Caduti di tutte le guerre in piazza Giovanni XXIII; musiche del Corpo bandistico anzolese.</p><p>-&nbsp;ore 11.30:&nbsp;&nbsp;&nbsp;Inaugurazione e scopertura nuova intitolazione della rotonda e scultura dell’artista Nicola Zamboni e Sara Bolzani (donazione di COESIA GD Spa).</p><p>Musiche a cura di Cristian Di Domenico (Rose Blu trio)&nbsp;&nbsp;</p><p>Picchetto EI e CC</p><p>Intervento delle autorità civili e militari.</p><p>Intervento scultore Nicola Zamboni.&nbsp;</p><p>-ore 12.30:&nbsp;Pranzo dell’Alpino alle “Notti di Cabiria“ in via Santi, 2</p><p><span class="underline">Menu&nbsp;</span></p><p><span class="underline">Lasagna, 3 tigelle ripiene, dolce e bibita euro 10</span></p><p>&nbsp;SI RINGRAZIA LA SEZIONE ALPINI DI ANZOLA DELL’EMILIA.</p><p>:GAMS- OLMI CENTOMO- MARR- HOTEL ALAN - STEFANI GROUP.</p><p> <a id="OBJ_PREFIX_DWT120_com_zimbra_date"></a> <a id="OBJ_PREFIX_DWT130_ZmEmailObjectHandler"></a> <a id="OBJ_PREFIX_DWT121_ZmEmailObjectHandler"></a> <em>PER PRENOTAZIONI PRANZO DELL’ALPINO (entro il 27&nbsp;ottobre&nbsp;p.v.) contattare la Segreteria del Sindaco Sig.ra Simona Benuzzi allo 051/6502107 oppure&nbsp;simona.benuzzi@comune.anzoladellemilia.bo.it</em></p> <div > <div class="content-view-embed"> <div class="class-file"> <div class="content-body attribute-pdf pdf"> <a href="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/content/download/65753/1682566/file/4 NOVEMBRE 2018_LOCANDINA (1).pdf">4 NOVEMBRE 2018_LOCANDINA (1)</a> (468kB - PDF) </div> </div> </div></div> <div > <div class="content-view-embed"> <div class="class-file"> <div class="content-body attribute-pdf pdf"> <a href="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/content/download/65750/1682536/file/4 NOVEMBRE 2018_VOLANTINO.pdf">4 NOVEMBRE 2018_VOLANTINO</a> (495kB - PDF) </div> </div> </div></div> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Iniziativa-3-novembre-Caduti-di-Nassirya-e-delle-missioni-internazionali-di-pace 3462647242c45d5584a6e770f815041f Tue, 23 Oct 2018 12:54:42 +0200