In evidenza http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it it-IT Fili di parole edizione 2018 <p>&nbsp;</p><p><strong>Rassegna di lettura “Fili di parole”</strong> edizione 2018, organizzata dalle biblioteche dei Comuni dell’associazione Terred’acqua.</p><p> L’iniziativa ha carattere itinerante e si svolge fra Anzola Emilia, Calderara di Reno, Crevalcore, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolognese. <br /><strong>Diversi ma uguali. Storie di scambi, racconti di percorsi migratori.</strong></p><p> <strong>Sabato 21 aprile 2018</strong><br /> Le notti di Cabiria<br />Via Santi angolo via Calari, Anzola dell'Emilia</p><p> ore 13.30<br /> <strong>Buffet comunitario di cibi regionali e di altre parti del mondo con i Cantieri Meticci</strong><br />in collaborazione con il Pro loco di Anzola, Centro Famiglie, Gruppo Le Allegre Comari, la Banca del Tempo, Cucine popolari Bologna Social Food, Bar Ocean, Associazione TeatrinIndipendenti (collaborazioni in via di definizione)</p><p> ore 15.30<br /> <strong>Laboratori poetici dei Cantieri Meticci</strong><br /> Un'occasione di incontro tra chi arriva da lontano e chi è sempre vissuto nel nostro territorio. <br /> Attori, danzatori e artisti che provengono da oltre venti paesi propongono un percorso artistico coinvolgente.<br /> I laboratori sono gratuiti e aperti a tutti, grandi e piccoli preferibilmente su prenotazione<br />biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it 0516502222/223/225</p><p> ore 21.00 <br /> <strong>&quot;Il violino del Titanic (non c’è mai posto nelle scialuppe per tutti)&quot;. Spettacolo teatrale dei Cantieri Meticci</strong><br /> regia: Pietro Floridia; aiuto regia: Alice Marzocchi; coreografie: Yuliya Vorontsova; video: Fulvio Rifuggio.<br /> Una compagnia composta da oltre 30 attori provenienti da Afghanistan, Belgio, Camerun, Cina, Costa d’Avorio, Ghana, Iran, Italia, Marocco, Nigeria, Pakistan, Repubblica Democratica del Congo, Russia, Sierra Leone, Siria, Somalia, ispirandosi al capolavoro 'La fine del Titanic' di H. M. Enzensberger, fa salire gli spettatori a bordo del celebre transatlantico per vivere da dentro, con gli attori-rifugiati, le azioni, le dinamiche, le domande scaturite dall’agonia e dall’affondamento di un mondo: chi si salva e chi è sommerso? A quale prezzo ci si salva? Qual è l’iceberg che ha colpito il nostro mondo? Quali innovazioni possono nascere dall’affondamento? Quale contributo possono dare i nuovi cittadini nell’impedire il naufragio? Quale ruolo possono giocare l’arte e la cultura in questi nostri tempi di crisi?<br /> La vicenda del celebre transatlantico sviscera, con la consueta complessità di punti di vista e piani di lettura, alcune questioni da sempre al centro del pensiero del grande poeta e intellettuale tedesco: la dialettica tra progresso e catastrofe, lo stillicidio graduale, quasi impercettibile, con cui avviene la fine del mondo, il crollo delle utopie, il ruolo del poeta e dell’intellettuale.<br /> Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.<br />Per prenotare biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it 0516502222/223/225</p><p> <strong>Giovedì 26 aprile</strong> ore 17<br /> sala polivalente della biblioteca<br /> Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /> Il sogno di Tartaruga - Una fiaba africana a cura del Baule volante. <br /> Le musiche sono eseguite dal vivo su ritmi e strumenti africani, con tutta la loro carica di energia, capace di coinvolgere gli spettatori di tutte le età.<br /> Il racconto di questo albero meraviglioso viene dall’Africa, un continente che tutti sogniamo, una terra che immaginiamo piena di colori, di suoni e ritmi, di una natura esuberante e vitale. Ed è così che vogliamo raccontare la storia, con vivacità e tanta musica, come in un sogno.<br /> I protagonisti sono gli animali della savana, rappresentati da pupazzi animati a vista. <br /> Testo: Liliana Letterese, regia: Andrea Lugli. Musiche: Mauro Pambianchi e Stefano Sardi. Pupazzi: Chiara Bettella, Liliana Letterese, Andrea Lugli<br /> Tartaruga fece un sogno. Sognò un albero che si trovava in un luogo segreto. Sui rami dell’albero crescevano tutti i frutti della terra: banane, datteri, noci di cocco, meloni, miglio, patate dolci, manioca e tanti altri.<br /> Tartaruga raccontò il suo sogno agli altri animali, ma tutti risero. “E’ solo un sogno”, dicevano. “No”, replicò Tartaruga,” sono sicura che esiste davvero. Andrò da Nonna Koko e lei saprà dirmi dove cresce”. “Aspetta! Andrò io, tu sei troppo lenta!”, disse la scimmia. E si mise in viaggio.<br />Ma ai sogni occorre credere fino in fondo perché si avverino. E soprattutto non bisogna avere fretta!</p><p> Premio Maria Signorelli 2008/9, Premio Gianni Rodari 2010<br />Ingresso libero fino ad esaurimento posti</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Venerdì 11 maggio</strong> ore 20.30<br /> sala polivalente della biblioteca<br /> Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia <br /> ACQUA SALATA<br /> un film di Stefano Massari e Stefano Pasquini<br /> soggetto e sceneggiatura di Paola Berselli, Stefano Pasquini.<br /> Immagini fotografia e montaggio di Stefano Massari e Carlotta Cicci<br /> Organizzazione e comunicazione: Irene Bartolini, Paola Berselli<br /> produzione TEATRO DELLE ARIETTE 2017<br /> Una compagnia teatrale, il Teatro delle Ariette, attraversa il territorio di Valsamoggia (BO) a bordo di una piccola roulotte trainata da una 2 Cavalli bianca. Un manifesto esce dal tettuccio aperto, un megafono rosa amplifica la pubblicità dello spettacolo serale “Io, il couscous e Albert Camus”. Si parla di stranieri, con gli stranieri, e di un’antica sorgente di acqua salata.<br /> “6 agosto 2017. Dopo tre mesi finalmente la pioggia. Un temporale vero. Con i tuoni, i fulmini e soprattutto l’acqua. Che finalmente ha bagnato la terra. Ti sto aspettando. Fino a qualche mese fa non ti conoscevo, e adesso siamo diventati amici.<br /> Ti sto aspettando perché stasera dobbiamo incontrarci, davanti al pozzo della sorgente dell’Acqua Salata, quella di Rio Marzatore, a 100 metri da casa mia. Tu non la conosci quella sorgente, non sai niente della sua storia.<br /> Dicono i geologi che sia una sorgente di acqua fossile, cioè che sia una sacca di acqua di mare, acqua di mare rimasta imprigionata tra le cavità della roccia quando il mare, che migliaia di anni fa ricopriva queste terre, si è ritirato. Lo stesso mare che divide la tua terra dalla mia. Adesso quell’acqua risale alla superficie attraverso le crepe della terra”.<br /> Abbiamo scritto queste parole aspettando l’arrivo di Rachid Bouzida e dei suoi amici per l’intervista conclusiva della prima fase della terza edizione del progetto TERRITORI DA CUCIRE.<br /> In questa prima fase, cominciata in primavera, abbiamo approfondito un dialogo con amici stranieri che conoscevamo da tempo e costruito nuove relazioni con comunità e associazioni di stranieri presenti sul nostro territorio, il Comune di Valsamoggia.<br /> Grazie alla loro collaborazione abbiamo realizzato con successo, nel mese di luglio, la tournée dello spettacolo “Io, il couscous e Albert Camus” nelle cinque piazze del nostro nuovo e immenso comune, nato nel 2014 dalla fusione di cinque comuni della provincia di Bologna (Bazzano, Castello di Serravalle, Crespellano, Monteveglio e Savigno).<br /> Alla fine di ogni replica, condividendo con gli spettatori il couscous preparato durante lo spettacolo, la scena e la piazza si sono trasformate in Assemblea e tanti cittadini, di qualsiasi origine, hanno potuto esprimere e confrontare idee, pensieri ed esperienze vissute.<br /> In agosto ci siamo trovati a riflettere su tutto quello che avevamo imparato e scoperto lungo il cammino, e abbiamo deciso di restituire il nostro pensiero in forma di film.<br /> Con le immagini, i racconti e le testimonianze che ci hanno regalato i cittadini incontrati durante il percorso del progetto e la tournée dello spettacolo, abbiamo cercato (praticamente a zero budget) di realizzare un film semplice e sincero. Per raccontare quello che avevamo vissuto, il sentimento che aveva attraversato questa girandola di incontri umani potenti, destabillizzanti, commoventi e disarmanti.<br /> A fine proiezione, un buffet tipico arabo a cura dell'Associazione Associazione Isaaf Spilamberto.<br />Ingresso libero fino ad esaurimento posti</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Sabato 26 maggio</strong> ore 20.30 <br /> sala polivalente della biblioteca<br /> Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /> INFONDO. Spettacolo composto da musiche dal vivo e proiezioni di immagini sulla migrazione, intesa come fenomeno ciclico ed umano.<br /> Un mosaico di letture, interviste, interpretazioni , canti popolari, foto, lettere, cartoline donate dai cittadini di Anzola e non solo.<br /> Un opportunità per andare insieme fino INFONDO. Il musicista Michele Venturi ed il regista indipendente Marco Coppola in collaborazione con il Centro Culturale Anzolese e la Biblioteca di Anzola propongono il risultato di un lavoro durato mesi e reso possibile grazie agli incontri di liberi cittadini e alla loro volontà di andare oltre la superficie, che hanno voluto socializzare oltre i social, conoscere le persone, raccontare le storie; sapere della nostra Storia, cercarla nel nostro passato, raccontarlo, essere testimoni, immergersi in questo mare e guardare INFONDO.<br /> Alla fine dello spettacolo, rinfresco.<br />Ingresso libero fino ad esaurimento posti.</p><p> Per info: biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it <br />tel. 0516502222/223/225</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Domenica 27 maggio&nbsp;</strong><br /> Piazza E. Berlinguer&nbsp; dalle ore 10,00 alle ore 17,00<br /> <strong>LE VIE DELLA MONDIALITA' IN PIAZZA&nbsp;</strong><br /> “Dialogo, reciprocità, universalità dei diritti quali valori fondanti delle civiltà del nostro tempo - impegno e volontariato per lavorare insieme per il Bene Comune&quot;<br /> Una giornata all'insegna dell'incontro, della condivisione e della gioia nel (ri)conoscersi come parti fondamentali di un unico grande puzzle. Una domenica, insomma, che vuole lanciare un messaggio di pace e unione, un invito ad avere mille occhi e guardare oltre tutti i muri e confini. Dentro e fuori di Noi.<br /> A cura del Gruppo Interculturale e Interreligioso promosso dall'Amministrazione del Comune di Anzola in collaborazione con le Parrocchie di Anzola, il Centro culturale Islamico, la Consulta del Volontariato, il Tavolo Tematico di Genere &quot;Malala&quot; gli Occhi delle Donne per la Pace, il COFFAICE, il Centro Culturale Anzolese, le Coop Sociali &quot;Camelot&quot;, Lai Momo, Mondo Donna e i singoli volontari<br /> Attività in Piazza:<br />Mostre, Canti, Danze popolari, Poesie, Laboratori, Giochi, Pranzo Multietnico, info gestite dalle associazioni di Volontariato e delle Cooperative Sociali.</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Fili-di-parole-edizione-2018 b2d4e647f70cf20418e4a6633c7c3861 Sat, 14 Apr 2018 11:11:00 +0200 "ToB! Un bilancio per il civic engagement Città Metropolitana 18 aprile ore 9.30 <p class=" text-justify"><strong>Mercoledì 18 aprile dalle 9.30 alle 13.00</strong> presso la sede della <strong>Città Metropolitana a Bologna</strong> si terrà: &quot;ToB! <strong>Un bilancio per il civic engagement - Il Bilancio Partecipativo come strumento di creazione di fiducia e di costruzione di comunità nei comuni di medie e piccole dimensioni&quot;</strong> un momento di riflessione e confronto promosso dal Centro Antartide di Bologna in collaborazione con il Comune di Anzola e il patrocinio di Bologna Città Metropolitana che si rivolge in particolare ad amministratori e tecnici degli enti locali ma anche a tutti coloro i quali lavorano alle politiche locali da vari fronti.</p><p class=" text-left">Parteciperanno il Sindaco Giampiero Veronesi e l'Assessore Antonio Giordano.</p><p class=" text-left"> <strong><em>Questo il link per registrasi https://goo.gl/forms/1WOIDsdgHudvh66C2</em></strong><br /><strong><em>Qui l'evento Facebook https://www.facebook.com/events/1828905847144196/</em></strong></p> <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/savethedate-tob-2/1633772-1-ita-IT/SaveTheDate-TOB-2_medium.jpg" width="200" height="141" alt="SaveTheDate-TOB-2" title="SaveTheDate-TOB-2" /></div> </div> </div> </div> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/ToB!-Un-bilancio-per-il-civic-engagement-Citta-Metropolitana-18-aprile-ore-9.30 dbb291547018a8ff6889ae3ae8b96260 Fri, 13 Apr 2018 10:33:41 +0200 Festa del Gioco <p> <strong>Festa del Gioco</strong> <br /> <strong>Sabato 5 maggio e domenica 6 maggio</strong><br />In Parco Fantazzini e Piazza Berlinguer</p><p> <em>Il programma è in via di definizione e potrebbe subire delle modifiche</em><br />Attenzione: in caso di pioggia l'evento sarà annullato</p><p> La Festa è organizzata dall'Amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco di Anzola e con la Consulta del Volontariato<br />Presenta Andrea Scarpelli</p><p><strong>Sabato 5 maggio&nbsp;</strong></p><p> ore 15 <strong>Apertura della Festa e dello stand gastronomico</strong> in Piazza Berlinguer<br /> a cura della Pro Loco<br /><strong>Giochi liberi: a carte, giochi di enigmistica, gioco a carte, giochi da tavolo, sudoko</strong></p><p>&nbsp;</p><p> Piazza Berlinguer<br /> ore 17: <strong>passerella della CHIOCCIOLA</strong><br /> Ospiti prestigiosi&nbsp;della Festa &nbsp;Maurizio Bercini e Marina Allegri,&nbsp;artisti&nbsp;della Compagnia&nbsp;Ca' Luogo d'Arte.<br />Una passerella di piccole chiocciole costruite con i materiali più disparati dai partecipanti del laboratorio LA CHIOCCIOLA POETICA seguirà una grande chiocciola di fil ferro lavorato come fosse un'opera d'arte.</p><p>&nbsp;</p><p> dalle ore 15&nbsp;<br /> Parco di Piazza Berlinguer<br /> <strong>Viaggiamo con il colore usando diverse tecniche</strong><br /> Le referenti del Progetto Avviamento alla Lettura della biblioteca&nbsp;con le classi della materna, delle primarie e della secondaria di primo grado.&nbsp;aspetteranno i bambini presso Piazza Berlinguer dove saranno attivati vari tipi di laboratori.&nbsp;<br />I bambini potranno così divertirsi stimolando la propria creatività e fantasia.</p><p>&nbsp;</p><p> Ore 16<br /> Piazza Berlinguer <br /> <strong>Flash mob</strong> dello spazio SOCIAL BALOTTA <br /> con musica dal vivo<br /> gruppo di aggregazione giovanile con DEMartelier <br />a cura di Didì ad Astra e della Parrocchia dei SS Pietro e Paolo</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Sabato</strong>&nbsp;dalle ore 15.30 <br /> Campetto Basket<br /><strong>Gioco libero</strong></p><p>&nbsp;</p><p> ore 16<br />Spazio della Fattoria Didattica Le Terremare</p><p> Orario: 16.00-17.30<br /> Max: 30 bambini<br /> <strong>Il magico mondo delle api</strong><br /> La fattoria didattica &quot;Le Terremare&quot; vi invita a trascorrere un pomeriggio all'insegna del fantastico mondo delle api: scopriremo chi sono, dove vivono e cosa fanno ogni giorno e l'importanza che hanno nel nostro mondo, ricreandole in un piacevole laboratorio didattico manuale. Un ottimo modo per imparare giocando!<br />Laboratorio per bambini e adulti a partecipazione libera</p><p>&nbsp;</p><p> ore 15<br /> Spazio della biblioteca<br /><strong>libri gioco, giochi da tavolo</strong></p><p>&nbsp;</p><p> dalle ore 16 alle 17<br /> Spazio scuole medie<br /> <strong>Laboratorio dei burattini aspettando i Burattinai Resistenti&nbsp;</strong>&nbsp;<br />a cura dei TeatrinIndipendenti&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> dalle ore 15.30<br /> fra il Monumento Caduti e il Ponte<br /> <strong>Urban knitting.</strong>&nbsp;<br /> Le Allegre Comari, nel parco, creeranno assieme a voi con filati di lana, filati di cotone, uncinetto e ferri dei quadrotti che verranno utilizzati per trasformare il parco in una galleria d’arte!<br /> E’ possibile partecipare a qualsiasi età con o senza attrezzi o portando le proprie creazioni fatte a casa.<br />Partecipazione libera</p><p>&nbsp;</p><p> Dalle 15 Piazza Berlinguer<br /> <strong>Percorso Multisensoriale BARFUSS - a piedi nudi x bambini...e non</strong>&nbsp;- con associazione We4family<br />e laboratorio: Giochiamo con il nostro sentire FUORI &nbsp;e DENTRO.</p><p>&nbsp;</p><p> Campo di Beach Volley<br /> <strong>Giochi di una volta</strong><br /> Dalle 17 alle ore 18<br /> Gioco delle biglie<br /> Giochi liberi per adulti<br />Gioco al tiro al bersaglio con gli elasticini per adulti</p><p>&nbsp;</p><p> dalle ore 16.00 alle ore 17.00<br /> Spazio scuole medie<br /> <strong>Laboratorio per bambini</strong> con Loretta Finelli e Sonia Borsarini del Centro Famiglie<br />Prenotazioni presso la biblioteca scrivendo a biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it</p><p>&nbsp;</p><p> alle ore 15.30 <br /> Piazza Berlinguer<br /> <strong>Mercatino dei libri usati</strong> a cura del Centro Culturale Anzolese<br />con Gabriele Gallerani</p><p>&nbsp;</p><p> dalle ore 15.30 in Piazza Berlinguer<br /> <strong>Giochi di Ruolo e di Narrazione: crea e vivi la tua storia insieme ai tuoi amici!</strong><br /> Giochiamo con Nicola Urbinati<br />Partecipazione libera</p><p>&nbsp;</p><p> dalle ore 15.30<br /> <strong>Giochi di una volta…</strong><br /> Giochi liberi con premi<br /> Tiro alla fune<br /> Corsa con i sacchi<br /> Rubabandiera<br /> salto con la corda<br /> gioco delle sedie<br /> un due tre...stella!<br /> e altri giochi di una volta<br />Partecipazione libera fino a esaurimento posti</p><p>&nbsp;</p><p> dalle ore 15 <br /> Spazio scuole medie<br /> <strong>Puzzle dell’AVIS per bambini e giochi da tavolo</strong> <br />Partecipazione libera</p><p>&nbsp;</p><p> dalle 15 alle 19<br /> Parco di Piazza Berlinguer<br /> <strong>Torneo di scacchi</strong> <br /> 6 turni da 15 minuti italo-svizzero<br /> Sfide con premi: 1°, 2°, 3°&nbsp;classificati;&nbsp;<br /> quota iscrizione €. 3,00<br /> iscrizioni anche&nbsp;&nbsp;alla <strong>Festa del Gioco</strong> dalle&nbsp;14,30 &nbsp;alle 15,00 &nbsp;(fino&nbsp;a esaurimento posti – max 30<br /> A cura del&nbsp;Circolo di&nbsp;Scacchi di San Giacomo del Martignone&nbsp;(AVSG)<br /> partecipazione: ingresso 3 euro con preiscrizione in Biblioteca biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it <br /> da perfezionare alla Festa del Gioco dalle 15.00 alle 15.30 (fino a esaurimento posti - max 30)<br />A cura del Circolo di Scacchi di San Giacomo del Martignone (AVSG)</p><p>&nbsp;</p><p> ore 17.30<br /> <strong>Qua la zampa</strong> a cura della Pro Loco<br />Conduce Andrea Scarpelli</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Domenica 6 maggio</strong> dalle ore 10</p><p> fra il Monumento Caduti e il Ponte<br /> <strong>Urban knitting.</strong> <br /> Le Allegre Comari, nel parco, creeranno assieme a voi con filati di lana, filati di cotone, uncinetto e ferri dei quadrotti che verranno utilizzati per trasformare il parco in una galleria d’arte!<br /> E’ possibile partecipare a qualsiasi età con o senza attrezzi o portando le proprie creazioni fatte a casa.<br />Partecipazione libera</p><p>&nbsp;</p><p> Dalle ore 10 in Piazza Berlinguer<br /> <strong>Giochi di Ruolo e di Narrazione: crea e vivi la tua storia insieme ai tuoi amici!</strong><br /> Giochiamo con Nicola Urbinati<br />Partecipazione libera</p><p>&nbsp;</p><p> Municipio<br /> <strong>Torneo regionale di SUPER SMASH BROS Per Wii U</strong>.<br /> Torneo regionale di Super Smash Bros. per Wii U. Giochi a console Nintendo a cura del Forum Giovani in collaborazione con &quot;Alma Mater Smashorum&quot;<br /> il gruppo di Smash di Bologna. <br />Iscrizioni dalle 10 alle 11; il torneo si svolgerà dalle 11 in poi.</p><p>&nbsp;</p><p> alle ore 10<br /> Piazza Berlinguer<br /> Spazio We4family<br /> <strong>Percorso Multisensoriale BARFUSS - a piedi nudi x bambini...e non.</strong><br /> Laboratorio:<strong>&nbsp;Giochiamo con il nostro sentire FUORI &nbsp;e DENTRO.</strong><br />con We4family</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Domenica 13 maggio</strong><strong>Nell'ambito delle iniziative della Festa del Gioco</strong><strong>Gita al LUNA PARK a elettricità zero (Parco dei Pioppi, Nervesa della Battaglia)</strong>e a&nbsp;<strong>Treviso</strong>Mattinata - con la guida visiteremo gli angoli più belli della città.Pomeriggio - Parco giochi senza elettricitàpranzo self-service all'Osteria dei Pioppi (obbligatorio per accedere al parco).Il Parco Giochi, unico al mondo, comprende 40 attrazioni, interamente costruite a mano, fra cui: la CONTRAEREA, il GIRO DELLA MORTE, CAMPANE, SCIVOLO CON SALTO, UOMO VITRUVIANO, CATENELLE, RULLIERA CURVA, TARZAN, PENDOLO, BALLERINA e tanti altri...Partenza da Anzola presso parcheggio scuola medie ore 7.00&nbsp;Rientro da Nervesa della Battaglia ore 17,30Costo € 25,00 a persona&nbsp; (comprensivo di viaggio con pulman turistico e guida)Prenotazioni (fino ad esaurimento posti) e informazioni contattare&nbsp;Felicia 348 5132165 .</p><p>L'evento è organizzato dalla Banca del Tempo in collaborazione con la biblioteca</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Festa-del-Gioco f56ffcc80b304c34670d7ab0bdadea22 Thu, 12 Apr 2018 18:36:18 +0200 Cinemartedì in biblioteca <p><strong>Diversi ma uguali. Cinemartedì.</strong></p><p> <em>Il Cinemartedì propone &nbsp;film ispirati al tema scelto quest'anno per la programmazione culturale della biblioteca: &quot;Diversi ma uguali&quot;</em><em>Si riflette sul confronto fra culture, che troppo spesso, oggi, diventa conflitto. Il linguaggio cinematografico ha avuto sempre un ruolo cruciale nel dispiegare verità, creare emozioni, convinzioni e legami empatici verso l'unica soluzione possibile: la solidarietà e il rispetto.</em><em>Questo ciclo di film racconta storie dal punto di vista di chi abita &quot;i centri&quot;, se si può e si vuole parlare di centri e di periferie del mondo. Il primo film previsto, di Mona Achache, è ambientato, infatti, a Parigi e descrive un vero e proprio scontro fra differenze di stampo esistenziale, culturale e di provenienze geografiche che avviene sotto la superficie apparentemente ordinata di una vita facoltosa di condominio. &nbsp;Tratto come il primo film in programma da un grande romanzo, &quot;Il buio oltre la siepe&quot;&nbsp;di Roberto Mulligan, propone&nbsp;l'avventura, un thriller e un manifesto anti-razzista insieme; la pellicola descrive la violenza del pregiudizio razziale nella provincia americana degli anni Trenta. Proietteremo di seguito una pellicola di Kaurismaki che punta il suo sguardo sull'umanità più marginale; racconta il rapporto tra uno scalcinato lucidascarpe un giovane migrante africano fuggito dalla polizia.</em><br />L'ingresso alla rassegna è riservato a chi esibisce la tessera del prestito della Biblioteca di Anzola.</p><p>Le proiezioni si svolgeranno nella sala polivalente della Biblioteca - Piazza Giovanni XXII, 2 Anzola dell'Emilia alle ore 20.30.</p><p>&nbsp;</p><p> Diversi ma uguali/famiglia<br /> <strong>Martedì 22&nbsp;maggio &nbsp;</strong><br /><strong>proiezione di un film di</strong>&nbsp;<strong>Pedro Almodovar</strong></p><p>Con Penélope Cruz, Lola Dueñas, Blanca Portillo, Carmen Maura, Yohana Cobo, Chus Lampreave, Antonio de la Torre, Carlos Blanco,&nbsp;María Isabel Díaz, Neus Sanz, Carlos García Cambero, Leandro Rivera, Yolanda Ramos,&nbsp;María Alfonsa Rosso, Isabel Ayúcar, Natalia Roig, Fanny de Castro, Concha Galán, Pepa Aniorte, Elvira Cuadrupani, Eli IranzoMadrid.</p><p>Raimunda è una madre giovane, imprenditrice, molto attraente, con un marito disoccupato e una figlia in piena adolescenza. E' una donna molto forte che fin dalla sua infanzia custodisce nel silenzio un terribile segreto. Sua sorella Sole è un po' più grande di lei. Timida e paurosa, si guadagna da vivere con un negozio di parrucchiere abusivo. Paula è la zia delle due donne, abita in un paese de La Mancha dove è nata tutta la famiglia. Una&nbsp;domenica&nbsp;di primavera, Sole chiama Raimunda per dirle che Augustina (una vicina del paese) le ha telefonato per comunicarle che la zia Paula è morta. Raimunda adorava sua zia, ma non può andare al funerale perché ha trovato il marito morto in cucina, con un coltello piantato nel petto..</p><p>Diversi ma uguali/spiritualità/lavoro</p><p> <strong>Martedì 29&nbsp;maggio&nbsp;</strong><br /> <strong>proiezione di un film di&nbsp;Alejandro González Iñárritu</strong><br /> con Javier Bardem, Piero Verzello, Félix Cubero, Rubén Ochandiano, Martina García, Karra Elejalde, Manolo Solo, Eduard Fernández, Blanca Portillo, Ana Wagener<br />Uxbal ha due figli, Ana e Mateo che ama profondamente e una moglie, Marambra, con la quale c'è un rapporto conflittuale che li spinge a separazioni e a tentativi di riappacificamento.Uxbal vive di manodopera clandestina che sopravvive ammassata in tuguri (i cinesi) o cerca di far crescere il proprio figlio in condizioni comunque estremamente precarie come l'africana Ige.Uxbal si trova a confronto con la morte...</p><p><strong>Già proiettati:</strong></p><p> <strong>Martedì 27 febbraio </strong><br /> <strong>Proiezione di un film&nbsp;</strong>di Mona Achache<br />Cast: Josiane Balasko, Garance Le Guillermic, Togo Igawa, Anne Brochet.Parigi, rue de Grenelle numero 7. Un elegante palazzo abitato da famiglie dell'alta borghesia. Dalla sua guardiola assiste allo scorrere di questa vita di lussuosa vacuità la portinaia Renée, che appare in tutto e per tutto conforme all'idea stessa della portinaia: grassa, sciatta, scorbutica e teledipendente. Coltissima, al contrario di ciò che sembra, lei è appassionata di Tolstoj e delle sorelle (Munekata) di Ozu. L'arrivo in rue Manuel di monsieur Ozu, un ricco giapponese dal cuore nobile, e la disarmante intelligenza di Paloma, figlia dodicenne di genitori ottusi, eluderanno le spine e riveleranno &quot;l'eleganza del riccio&quot;...</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 27 marzo </strong><br /> <strong>Proiezione di un film</strong>&nbsp;di Robert Mulligan<br />Cast: Frank Overton, Gregory Peck, Paul Fix, Brock Peters, Mary Badham.1932. L'avvocato Atticus Finch vive tranquillamente a Maycomb, in Alabama, coi suoi figli Scout e Jem. I giovani figli di un avvocato passano le giornate cercando di entrare nella &quot;casa degli spettri&quot;, dove abita un malato di mente. Il padre difende un nero accusato ingiustamente di violenza da un contadino: il tribunale razzista lo condanna ugualmente. L'agricoltore vorrebbe intanto vendicarsi dell'avvocato e gli tende un agguato.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 17 aprile </strong><br /> <strong>Proiezione di un film </strong>&nbsp;di Aki Kaurismäki <br />con André Wilms, Kati Outinen, Jean-Pierre Darroussin, Elina Salo, Evelyne Didi.Messe da parte le aspirazioni da scrittore, oggi Marcel sbarca il lunario come lustrascarpe, ma pur sempre mantenendo una signorilità segreta e una vocazione bohèmien. A prendersi cura di lui c’è la devota moglie Arletty, e poi, a seguire, l’umanità variopinta che lo circonda: il ‘collega’ thailandese che si finge cinese, i vicini, il bar &quot;La madame&quot;, dove bere un goccio in compagnia di marinai e fannulloni. A interrompere il collaudato ménage della famiglia Marx due avvenimenti inaspettati e diversamente ‘eccezionali’: la grave malattia di Arletty, che cerca di tenere nascosta al marito la verità, e lo sbarco di un giovanissimo immigrato clandestino che si lega a Marcel nella speranza che lo aiuti a raggiungere la madre a Londra.&nbsp;</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Cinemartedi-in-biblioteca2 711786369230a502242744db55881476 Thu, 12 Apr 2018 11:11:00 +0200 "25 Aprile è libertà" Liberazione Programma 20 e 25 Aprile <p class=" text-center"><strong>&nbsp;“25 Aprile è libertà”</strong></p><p class=" text-left"><strong>Venerdì,&nbsp;</strong><strong>20 aprile Liberazione di Anzola</strong></p><p class=" text-left">Il Comune di Anzola Dell'Emilia ricorda la liberazione del paese con il tradizionale l<strong>ancio dei palloncini</strong> con i messaggi di pace da parte dei bambini e dei ragazzi dell'Istituto Comprensivo Edmondo De Amicis.</p><p><strong>ore 9.00</strong> Cimitero</p><p>Deposizione di fiori al Cippo dei Partigiani e sulla tomba di Adelmo Franceschini</p><p><strong>ore 10.00</strong> Piazza Berlinguer</p><p class=" text-left">Festa della Pace Liberazione dei Palloncini con i bambini delle scuole di Anzola</p><p><strong>Mercoledì, 25 Aprile</strong>&nbsp;<strong>Festa della Liberazione</strong></p><p><strong>ore 8.45</strong> Sala Consiliare del Municipio</p><p>Consegna tessere onorarie ANPI</p><p><strong>ore 9.00</strong> davanti al Municipio</p><p>Musiche del Corpo Bandistico Anzolese</p><p><strong>ore 9.30</strong> da Piazza Grimandi</p><p>Corteo della Liberazione</p><p>accompagnato dalla Banda di Anzola, dall'ANPI e dal Gruppo Alpini</p><p>per la deposizione di omaggi floreali sui monumenti e cippi dei Caduti</p><p><strong>ore 11.00</strong> Piazza Berlinguer</p><p>Resistenza è libertà</p><p>interventi dell'Amministrazione Comunale e dell'ANPI</p><p><strong>ore 12.30</strong> Ca’ Rossa</p><p>Pranzo con l'ANPI</p><p>tradizionale pranzo popolare</p><p><strong>ore 15.00</strong> Ca’ Rossa</p><p>Musiche resistenti-&nbsp;Canto la Libertà</p><p>con gli allievi dei corsi di musica del CCA diretti daSergio Altamura. &nbsp;</p><p><strong>Musiche resistenti – Canto la libertà&nbsp;</strong>è un'iniziativa diventata un appuntamento rituale e &quot;tradizionale&quot; che richiama anzolesi di ogni età: la qualità alta del lavoro del Maestro&nbsp;<strong>Sergio Altamura</strong>, riesce a far convivere in sé l'eccellente artista ormai apprezzato a livello internazionale, e il docente dal forte istinto pedagogico; e la quantità di tempo e cura, nel preparare l'evento, da parte dei ragazzi del Centro Culturale.</p><p class=" text-left">Il gruppo di lavoro, consapevole delle derive di destra che stanno sorgendo nelle nostre città, ha pensato la performance in continuità rispetto a quella del 2017, con una forte attenzione verso il tema dell'antifascismo. Inoltre, insieme ai brani cult rivisitati come &quot;Oh bella ciao&quot; e &quot;Fischia il vento&quot;, ascolteremo diverse canzoni originali, composte dai ragazzi. In programma ospiti speciali e molte sorprese. Alla fine dello spettacolo saranno offerti tè e dolci dalla Banca del Tempo e dalle famiglie degli allievi. In caso di maltempo il concerto si terrà alle Notti di Cabiria. L'evento è organizzato dall'Amministrazione Comunale, supportato dal Centro Culturale Anzolese, dalla Pro Loco di Anzola, dal Centro socio - culturale Ca' Rossa, dell'ANPI di Anzola.</p><p class=" text-left">&nbsp;</p><p class=" text-left">&nbsp;</p><p class=" text-left">&nbsp;</p> <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/immagine-25-aprile/1633589-1-ita-IT/immagine-25-aprile_medium.jpg" width="200" height="280" alt="immagine-25-aprile" title="immagine-25-aprile" /></div> </div> </div> </div> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/25-Aprile-e-liberta-Liberazione-Programma-20-e-25-Aprile 6f94ed38982d9cd5d45f90576d0a60d0 Thu, 12 Apr 2018 10:46:34 +0200 Decimo anniversario Amarcord targa LORIS ROPA domenica 15 aprile ore 16 <p><strong>Domenica 15 aprile dalle ore 16</strong> il <strong>Centro Ricreativo e Culturale</strong> <strong>AMARCORD festeggia il suo decimo anniversario!</strong> L'Amministrazione Comunale, alle ore 16,30, &nbsp;apporrà nella sala polivalente una targa commemorativa alla memoria del nostro ex Sindaco LORIS ROPA</p> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Decimo-anniversario-Amarcord-targa-LORIS-ROPA-domenica-15-aprile-ore-16 2ac5ffd820c2725dc253aa8f4d2c80a6 Wed, 11 Apr 2018 08:00:53 +0200 Diversi ma uguali. Tutti i colori del mondo. <p> <strong>DIVERSI MA UGUALI</strong><br />Tutti i colori del mondo. Rassegna per bambini (ma non solo per bambini) sulla pace&nbsp;e l'amicizia fra tutte le culture del mondo.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Giovedì 26 aprile ore 17</strong><br /> sala polivalente della biblioteca<br /> <strong>Il sogno di Tartaruga - Una fiaba africana a cura del Baule volante.</strong><br /> dai 4 ai 10 anni, ma adatto anche ai grandi. <br /> Teatro d’attore e pupazzi animati a vista.<br /> Musica dal vivo su strumenti etnici<br /> Premio Maria Signorelli 2008/9, Premio Gianni Rodari 2010<br />&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Venerdì 27 aprile&nbsp;</strong><br /> dalle ore 20.30 alle ore 7.30<br /> Biblioteca<br /> <strong>Una notte in biblioteca. Letture da tutto il mondo</strong><br /> Il conduttore, il Raccontalibri Sergio Guastini accompagnerà 30 bambini nel “magico mondo dei sogni&quot; della biblioteca.<br /> L’evento è aperto a un numero max di 30 bambini dagli 8 agli 10 anni.<br /> Per l’iscrizione fino a esaurimento posti i genitori dei bambini devono recarsi personalmente in biblioteca muniti di un documento di identità a partire da&nbsp;<strong>giovedì 5 aprile</strong>&nbsp; nei seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 14.30 alle 19, il sabato dalle 9 alle 12.30.<br />Per info biblioteca@anzoladellemilia.bo.it</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Sabato 5 e domenica 6 maggio</strong><br /> Parco Fantazzini<br /> <strong>Festa del Gioco: la musica e tutti i colori del mondo</strong><br /> Giochi elettronici, di strada, action game, Spettacoli, laboratori, musica, giocoleria, giochi di narrazione, giochi di ruolo, salto con la corda, biglie e mille altri giochi per tutte le età.<br />A cura dell'Amministrazione Comunale e della Pro Loco ed associazioni del territorio.</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Giovedì 7 giugno ore 17.00</strong><br /> Giardino della biblioteca<br /> <strong>Tutti Insieme sulla pancia di Gea</strong><br /> Spettacolo per bambini da 2 a 6 anni<br /> Esseri diversi sulla terra che vivono in pace.<br />Ingresso su prenotazione per bambini con genitori (max 40 bambini). Per l’iscrizione gratuita fino a esaurimento posti i genitori dei bambini devono recarsi personalmente in biblioteca a partire da <strong>mercoledì 2 maggio</strong> nei seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 14.30 alle 19, il sabato dalle 9 alle 12.30. Per info biblioteca@anzoladellemilia.bo.it</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Eventi già trascorsi:</strong></p><p> <strong>abato 6 gennaio ore 10</strong><br /> Le notti di Cabiria<br /> <strong>Festa tradizionale della Befana</strong><br /> In collaborazione e con il sostegno della Pro Loco di Anzola dell'Emilia e di altre associazioni del territorio.<br /> Ad apertura della festa, l’esibizione del Corpo Bandistico Anzolese. A seguire:<br /> <strong>Spettacolo di clownerie: Gunter Rieber Art Klamauk rivolto a bambini e adulti di ogni età.</strong><br /> di seguito: arriva la Befana con un dono per tutti i bambini! Panini, cioccolata calda, befanine di cioccolato<br />Ingresso libero</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Giovedì 22 febbraio ore 17</strong><br /> Sala polivalente Biblioteca<br /> a cura di Angela Vancini<br /> <strong>La Zattera. Una lettura e un laboratorio per trasmettere ai bambini i valori della pace e dell'amicizia in tutti i colori del mondo.</strong><br /> Ingresso gratuito per quindici bambini dai 6 agli 8 anni. Prenotazione obbligatoria.<br /> Per l’iscrizione fino a esaurimento posti i genitori dei bambini devono recarsi personalmente in biblioteca a partire da<strong>&nbsp;martedì 16 gennaio</strong>&nbsp;nei seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 14.30 alle 19, il sabato dalle 9 alle 12.30.<br />Per info biblioteca@anzoladellemilia.bo.it</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Giovedì 15 marzo ore 17</strong><br /> sala polivalente della biblioteca<br /> <strong>Morbide letture</strong>&nbsp;per bambini da 1 a 4 anni a cura di Ambaradan Teatro<br /> <strong>Storie di Pesc</strong>i. Il Gatto E Il Pesce (di Andrè Dahan) &quot;Il Pesciolino<br /> Arcobaleno” ( di Marcus Pfister ), tenere storie d'amicizia e accoglienza.<br /> Per l’iscrizione fino a esaurimento posti (max 30 bambini) i genitori dei bambini devono recarsi personalmente in biblioteca &nbsp;a partire da&nbsp;<strong>giovedì 1 febbraio</strong>&nbsp;&nbsp;nei seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 14.30 alle 19, il sabato dalle 9 alle 12.30.<br />Per info biblioteca@anzoladellemilia.bo.it</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Giovedì 22 marzo ore 17</strong><br /> Sala polivalente Biblioteca<br /> <strong>Laboratorio pasquale</strong>&nbsp;a cura di Marisa Giuliani e della biblioteca<br /> del Centro Famiglie<br /> per 15 bambini dell'età dai 5 agli 8 anni<br /> Per l’iscrizione fino a esaurimento posti i genitori dei bambini devono recarsi personalmente in biblioteca a partire da&nbsp;<strong>martedì 27 febbraio</strong>&nbsp;nei seguenti orari: da martedì a venerdì dalle 14.30 alle 19, il sabato dalle 9 alle 12.30.<br />Per info biblioteca@anzoladellemilia.bo.it</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Diversi-ma-uguali.-Tutti-i-colori-del-mondo. 1fc33b3908a65917e01af456c6337585 Sun, 08 Apr 2018 11:11:00 +0200 Automotive <p class=" text-left"> <strong>Sabato 7 aprile </strong>ore 17.00<br /> Biblioteca comunale<br /> Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /><strong>Inaugurazione della mostra fotografica di Massimiliano Serra AutoMotive.</strong></p><p class=" text-left"> La mostra, composta da una ventina di pannelli, illustra e percorre il territorio dell’Emilia-Romagna, iridata come “Motor Valley, universalmente riconosciuta come la terra dei motori, ma non solo: è il regno della più importante industria motoristica del mondo e per indotto anche di affermati ingegneri, piloti e design. <br /> Massimiliano Serra, nato a Bologna, vissuto fino ad alcuni anni fa ad Anzola dell'Emilia, attualmente vive a Milano. <br />Fotografo delle più importanti riviste nazionali e internazionali, italiane, francesi, inglesi e giapponesi (er citarne alcune: Quattroruote, Ruoteclassiche, Dueruote, TopGear, Octane, Classic Car, Car Graphic, Low Ride, Auto Heroes, Moto Heroes) collabora inoltre con agenzie realizzando servizi fotografici per conto di Ducati, MV, BMW, Toyota, Seat, FCA, KIA, Aprilia, Moto Guzzi, Bolaffi.</p><p class=" text-left">La selezione di scatti esposti sono stati realizzati per conto di testate nazionali e internazionali.</p><p class=" text-left">La mostra è visitabile durante gli orari di apertura della Biblioteca: da martedì a venerdì dalle 9 alle 19, e sabato dalle 9 alle 12.30.</p> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Automotive 5e95160d8eaf8ff4aec017ccca6bbef8 Tue, 27 Mar 2018 10:10:00 +0200 FITNESS OUTDOOR 21 marzo ore 16,30 <p> MERCOLEDI' 21 MARZO ALLE ORE 16,30 presso l’area verde di via Pertini nel prato a fianco delle scuole, verrà inaugurata “FiTNESS OUTDOOR” un’area fitness all’aperto.<br /> Interverranno: il Sindaco Giampiero Veronesi, Danilo Zacchiroli Assessore allo Sport e l'Assessore ai lavori pubblici Loris Marchesini.<br />È un impianto – con attrezzature professionali: Circuito funzionale corpo libero con 5 postazioni, Chest press, Fitnness bike, Leg press e Hand Bike e Thai Chi Spinners, queste ultime due adatte all’uso da parte di persone con minore abilità - a libero accesso, gratuitamente a disposizione delle società sportive e della comunità e che, con la partecipazione attiva della Polisportiva, potrà contare anche sulla presenza in alcuni momenti di personale qualificato che aiuterà ad utilizzare le “macchine”, con la collaborazione del Poliambulatorio Centro Medico di Anzola.</p> <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/area-fitness/1626605-1-ita-IT/AREA-FITNESS_medium.jpg" width="200" height="266" alt="AREA-FITNESS" title="AREA-FITNESS" /></div> </div> </div> </div> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/FITNESS-OUTDOOR-21-marzo-ore-16-30 0d36b09f27f1dc218bbd527f24e8173a Sun, 18 Mar 2018 09:03:44 +0100 Tob Anzola Tavolo di Negoziazione 15 Marzo ore 17,30 <p>Il percorso per la costruzione del Bilancio Partecipativo si avvia alle fasi finali. Giovedì 15&nbsp;marzo&nbsp;alle 17.30 presso la sala del Consiglio Comunale si riunisce il &quot;Tavolo di Negoziazione&quot; che riunisce Comune, associazioni, cittadini e imprese della città insieme a quanti hanno partecipato agli appuntamenti del percorso. Oggetto dell'incontro: si deciderà, in maniera collaborativa e senza meccanismi di voto, quali elementi dei 10 progetti di attivazione civica presentati entreranno nel Bilancio Partecipativo vero e proprio e verranno sostenuti con i 50.000 euro stanziati. L'incontro è aperto a tutti!</p> <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/img_2212/1620475-1-ita-IT/IMG_2212_medium.jpg" width="200" height="144" alt="IMG_2212" title="IMG_2212" /></div> </div> </div> </div> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Tob-Anzola-Tavolo-di-Negoziazione-15-Marzo-ore-17-30 199b8e1623d3ceec64653020c96d98e7 Sat, 10 Mar 2018 12:50:07 +0100 M'ILLUMINO DI MENO GIORNATA DEL RISPARMIO ENERGETICO <p><strong>Il Comune di Anzola aderisce all’iniziativa</strong>&nbsp;nazionale di Caterpillar-Radio 2 “<strong>M’illumino di meno”,</strong><strong>venerdì&nbsp;</strong><strong>23 febbraio 2018&nbsp;</strong>con le seguenti iniziative:</p><p>ore 9.30&nbsp;<strong>Premiazione della classe 5A della scuola primaria &quot;Caduti per la libertà&quot; di Anzola&nbsp;</strong>per il miglior risultato conseguito nella raccolta differenziata a scuola nell'anno scolastico 2016/2017; insieme alle insegnanti, a Legambiente e ad Ambientiamoci.</p><p>ore 17.30&nbsp;<strong>Inaugurazione del nuovo distributore automatico di latte e yogurth freschi,</strong>&nbsp;di fianco al Municipio (piazza Serra Zanetti), con Adolfo Fillippini dell'azienda agricola Fattoria San Rocco.</p><p>ore 18.00&nbsp;<strong>Convegno</strong>&nbsp;in sala consiliare del Municipio per la presentazione del Biciplan, idee e progetti per la mobilità ciclistica, le piste ciclabili nel territorio di Anzola e di Terred'Acqua; con Andrea Bianchi della FIAB di Terred'Acqua.</p><p>Dalle ore 18.00 alle 20,00 sarà spenta la&nbsp;<strong>pubblica illuminazione&nbsp;</strong>nella zona centrale di Anzola.</p><p>Dal 2005, ogni anno, una trasmissione di Radio2, Caterpillar, chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono proprio indispensabili alle 18 di un pomeriggio&nbsp;di febbraio. Quest’anno sarà venerdì 23. Festeggiamo il compleanno del Protocollo di Kyoto, il tentativo dell’umanità di salvare la Terra dalla distruzione indotta dai cambiamenti climatici.</p><p>Un’iniziativa simbolica e concreta – spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità – che è diventata subito molto partecipata: si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona -, i palazzi simbolo dell’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti per&nbsp;M’illumino di Meno&nbsp;la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso. .Dall'inizio di&nbsp;M’illumino di Meno,&nbsp;in 14 anni, il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici. Tutti meno uno.M’illumino di Meno&nbsp;è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. C’è mancato poco che diventasse legge dello Stato: due proposte, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l’istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.Quest’anno Caterpillar e Radio2 dedicano&nbsp;M’illumino di Meno&nbsp;alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.L’invito per il&nbsp;23 febbraio 2018&nbsp;è spegnere le luci e andare a piedi: una marcia, una processione, una ciaspolata, una staffetta, una maratona o una mezza maratona, un ballo in piazza o un pezzo di strada dietro alla banda musicale del paese.Per le scuole il Pedibus – andare tutti insieme a piedi – per chi va in auto fare un pezzo a piedi.Si può fare, a piedi. Per un giorno, il&nbsp;23 febbraio 2018</p> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/M-ILLUMINO-DI-MENO-GIORNATA-DEL-RISPARMIO-ENERGETICO d1a18de78ee8551011a65496808587f9 Tue, 20 Feb 2018 10:30:46 +0100 Lavorare insieme per il bene comune <p>Quali sono&nbsp; gli elementi fondamentali che ci sosterranno nel rimuovere gli ostacoli e le paure che ancora oggi impediscono&nbsp; una civile convivenza tra persone di fede e culture diverse? <strong>La progettazione condivisa e solidale sarà la chiave di svolta&nbsp; per concretizzare il bene comune.</strong></p><p>Attualmente fanno parte del Gruppo di Lavoro i rappresentanti della comunità parrocchiale di Anzola, la Comunità Islamica, la Consulta del Volontariato, il Centro Culturale Anzolese, il Tavolo Tematico Malala gli Occhi delle Donne sulla Pace, il COFFAICE e&nbsp; singoli cittadini.</p><p>Nelle prossime settimane sono previsti i seguenti incontri di &quot;conoscenza reciproca&quot;, a cui tutti possono partecipare per costruire il necessario scambio culturale:</p><p> <strong>Giovedì 1 Febbraio 2018 ore 18.00</strong><br />Centro Culturale Islamico in Via Achille Grandi</p><p> <strong>Sabato 17 Febbraio 2018 ore 16.00</strong><br />Canonica della Parrocchia SS. Pietro e Paolo in via Goldoni</p><p> <strong>Lunedì 26 Febbrario 2018 ore 18.00</strong><br />Consulta del Volontariato in Sala Polivalente, Piazza Giovanni XXIII</p><p> <strong>Lunedì 5 marzo 2018 ore 18.30</strong><br /><span class="underline">Incontro pubblico in sala Consiliare, Via Grimandi n. 1</span></p> Patrizia Vannini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Lavorare-insieme-per-il-bene-comune 9531975009aca9fa8f400e18dbf4e5b2 Wed, 14 Feb 2018 11:01:00 +0100 La Fabbrica di Apollo <p> <strong>La Fabbrica di Apollo. Rassegna di musica e teatro</strong><br />novembre 2017 - aprile 2018</p><p><strong>La fabbrica di Apollo</strong>, rassegna di musica e teatro, è organizzata da un gruppo di artisti e operatori culturali, con la collaborazione dell'Amministrazione Comunale, del Centro Culturale Anzolese, dell'Anzola Jazz Club Henghel Gualdi e della Pro Loco di Anzola.</p><p> Gli spettacoli si svolgeranno nella sala polivalente della biblioteca di Anzola - Piazza Giovanni XXIII, 2 ad Anzola dell'Emilia<br /> con una formula originale e innovativa.<br /> A partire dalle 20.30 sarete accolti, per un brindisi di benvenuto, con i vini delle cantine del Consorzio Vini dei Colli<br /> Bolognesi. Alle 21.00, puntuali inizieranno gli spettacoli. <br /> Dopo l'esibizione, gli artisti incontreranno il pubblico presente,<br /> davanti ad un bicchiere di vino o di birra e a un assaggio di specialità della cucina tradizionale e stagionale, racconteranno<br /> di sé, dei loro progetti e delle loro esperienze e risponderanno alle vostre domande.<br /> Biglietto: singolo 10 euro (spettacolo più consumazione) &nbsp; &nbsp;Abbonamento: 50,00 euro (6 spettacoli più serata di beneficenza del 16 dicembre)<br />Punti di prevendita: Ocean Bar, Pasticceria Rosa e Morena, Stefy e Stefy parrucchiere, Edicolè di Chiarini Caterina, Opplà Calzature.&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Programma della Fabbrica di Apollo novembre 2017 - aprile 2018</strong><br /> <strong>venerdì 1 dicembre</strong> Classic Orkestra Afrobeat in trio <br /> <strong>sabato 16 dicembre</strong> Quintetto di Yulia Zubareva (serata di beneficenza)<br /> <strong>venerdì 12 gennaio</strong> Zoè Teatri - &quot;Le Sedie&quot;<br /> <strong>venerdì 2 febbraio</strong> Paolo doesn't play with us<br /> <strong>venerdì 2 marzo</strong>&nbsp;Teatro senza maschere &quot;I sensi della vita&quot;<br /><strong>venerdì 6 aprile</strong> Eloisa Atti – &quot;Edges&quot;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>LA FABBRICA DI APOLLO. RASSEGNA DI MUSICA E TEATRO</strong><br /><strong>novembre 2017 - aprile 2018</strong></p><p> <strong>La Fabbrica di Apollo</strong>, &quot;rassegna di musica e teatro&quot;, è organizzata da un gruppo di artisti e operatori culturali, con la collaborazione dell'Amministrazione Comunale, del Centro Culturale Anzolese, dell'Anzola Jazz Club Henghel Gualdi e della Pro Loco di Anzola. <br />La rassegna ha in programma quattro concerti e due spettacoli teatrali: la musica come snodo intellettuale trainante che evolve in un teatro sperimentale di ricerca e contaminazione con sonorità coinvolgenti e testi di qualità.</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Programma</strong></p><p> Inaugurano la rassegna <strong>venerdì 3 novembre</strong> <strong>Vittorio Carniglia e Federico Fantuz</strong>, due chitarre di livello, con uno spettacolo, <strong>&quot;Storie in bottiglia&quot;</strong>, che coniuga letteratura e musica, seguendo suggestioni di temi universali. Seguirà il<strong>&nbsp;1 dicembre</strong>&nbsp;<strong>Progetto Kairos,</strong> in trio. Con i suoi strumenti antichi europei ed africani, l'ensemble emiliano-romagnolo utilizza voci e contrappunto con la duplice valenza della tradizione musicale colta europea e del ricco patrimonio ritmico africano. Il <strong>16 dicembre</strong> si esibirà <strong>Yulia Zubareva</strong> con il suo quartetto di musicisti, cantante bolognese che spazia magistralmente fra generi diversi come il classical jazz, il country blues, il Rhytm &amp; Blues, il Rock, la musica leggera e quella pop.<strong>&nbsp;Venerdì 12 gennaio</strong> la biblioteca ospiterà <strong>Zoè Teatri</strong> con lo spettacolo d'Improvvisazione<strong>&nbsp;&quot;Le sedie&quot;</strong>. La compagnia porta l’improvvisazione a teatro unendo le moderne tecniche anglosassoni all’antica sapienza della Commedia dell’Arte italiana. <strong>Venerdì 2 febbraio</strong> sarà la volta di <strong>Paolo doesn't play with us</strong>; ascolteremo <strong>Giulia Meci</strong> e <strong>Matu Maini</strong>, un duo di chitarre, ukulele, mandolino e banjo, protagoniste di un progetto originale. <strong>Venerdì 2 marzo</strong> salirà sul palco la <strong>Piccola Compagnia dei contrari</strong> con<strong>&nbsp;&quot;Non solo maschere&quot;</strong>, l'esito finale di un innovativo studio del movimento del corpo (come nasce e come si sviluppa), finalizzato anche all'animazione delle maschere. <br /> Chiuderà la rassegna <strong>venerdì 6 aprile</strong> <strong>Eloisa Atti in Quintet</strong>. In questa occasione la cantante presenterà l’album <strong>“Edges”</strong> assieme alla sua band. Mixato a Tucson dal leggendario Craig Schumacher e masterizzato in Italia da Giovanni Versari (Grammy 2016 ai Muse per “Best rock album“), “Edges” è un lavoro del tutto originale che unisce il sound americano tra country-jazz, blues e folk con il gusto melodico italiano.<br />A partire dalle 20.30: accoglienza con brindisi di benvenuto: si potranno degustare i vini delle cantine del Consorzio Vini dei Colli Bolognesi. Alle 21.00 inizieranno gli spettacoli.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Programma breve</strong><br /> <strong>venerdì 3 novembre Vittorio Carniglia e Federico Fantuz - &quot;Storie in Bottiglia&quot;</strong><br /> <strong>venerdì 1 dicembre Classic Orkestra Afrobeat in trio </strong><br /> <strong>sabato 16 dicembre Quintetto di Yulia Zubareva</strong><br /> <strong>venerdì 12 gennaio Zoè Teatri - &quot;Le Sedie&quot;</strong><br /> <strong>venerdì 2 febbraio Paolo doesn't play with us</strong><br /> <strong>venerdì 2 marzo Compagnia Teatro senza Maschera &quot;I sensi della vita&quot;</strong><br /><strong>venerdì 6 aprile Eloisa Atti – &quot;Edges&quot;</strong></p><p>&nbsp;</p><p> <strong>VITTORIO CARNIGLIA e FEDERICO FANTUZ.</strong> Vittorio Carniglia artista poliedrico, anticonformista, trasformista ed emozionale, rende la sua forza creativa sul palcoscenico in un'esplosione di 'energia. Federico Fantuz cantautore, usa la parola come espressione di sè come manifestazione di libertà per ribadire valori irrinunciabili e ricerca di senso. Hanno lavorato in teatro di ricerca teatrale La Fionda e nel Teatro canzone dedicato ai popoli oppressi.<br />Vittorio e Federico, due chitarre di alto livello, con uno spettacolo, &quot;Storie in bottiglia&quot;, che coniuga letteratura e musica, seguendo il dipanarsi di una narrazzione capace di trasportare in luoghi vicini e lontani. Un viaggio letterario creativo e musicale attraverso storie legate alla terra, alle tradizioni. Si darà voce a Dionisio, Bacco, Enotro e Noè e i poeti ed autori come Dino Campana, Camillo Sbarbaro e Piero Ciampi, da una bottiglia trasportata dal mare riecheggiano storie, aneddoti, racconti, favole, leggende, poesie e canzoni.</p><p> <strong>PROGETTO KAIROS</strong><br /> Marco Zanotti, Anna Palumbo, Tim Trevor-Briscoe. Progetto Kàiros. <br /> Kairós è il tempo che non si misura, il momento opportuno, l'occasione propizia. Il trio nasce dalle fila della CLASSICA ORCHESTRA AFROBEAT. Partendo da composizioni originali si indaga sull estemporaneità dell'attimo musicale, in contrapposizione<br />al tempo scandito e regolare dell'orologio e di un metronomo.</p><p> <strong>COMPAGNIA ZOE’ TEATRI</strong><br /> Nasce nel 2007 con l’intento di portare azioni teatrali, adatte e adattabili ad ogni luogo e contesto.(Teatro ad Hoc).Si esprime con il Teatro Canzone; musiche e parole ad hoc, il Teatro Conviviale;teatro degli incontri conviviali dove &quot;cene&quot; diventano il luogo di interazione, dialogo, Teatro all’Impronta; il teatro del qui e ora, gli spettatori assistono al processo creativo mentre questo accade. –tutte forme espressive che la compagnia chiama &quot;Ricreazioni culturali&quot;.<br />Teatro creativo, ludico, ironico, affronta conflitti reali che la maggior parte delle persone fa finta di non vedere/sentire. Nel 2009, alcuni membri sono entrati a far parte del movimento delle Transition Town. Si sono creati, così, altri gruppi di interesse, attivi in campi non strettamente teatrali, ma sempre coerenti con la visione di un nuovo mondo possibile. Dal 2012 Zoè Teatri è parte della Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale. La compagnia presenta lo spettacolo:&quot;Le Sedie&quot; dove la presenza scenica focalizza due attori, due sedie e l’infinita gamma delle esperienze umane, le speranze e le delusioni, le amicizie e i tradimenti, le gioie e le consolazioni, gli ideali e il quotidiano, l’amore e la routine, i rimorsi e i rimpianti. Una ricerca di autenticità dei personaggi e delle relazioni, perché la morale non riguarda ciò che proviamo ma ciò che facciamo alla luce di ciò che proviamo.</p><p> <strong>PAOLO DOESN'T PLAY WITH US&nbsp;</strong><br />GIULIA MECI e MATU MAINI sono due musiciste accomunate da una grande passione per le corde e per il rock! I brani si ispirano al folk rock (Nick Drake, Crosby Still Nash &amp; Young), passando per sonorità e armonizzazioni più moderne (Alice in Chains, Jeff Buckley, Elliott Smith).Giulia Meci (voce, ukulele e chitarra) all'età di 7 anni Inizia gli studi musicali con il pianoforte classico. Comincia a cantare accompagnandosi con la chitarra e il pianoforte. Studia canto Moderno presso la MA2000 di Bologna e perfeziona la tecnica con diversi insegnanti (Alice Albertazzi, Rossella Graziani, Beatrice Sarti e Chiara Pancaldi). Partecipa a Workshop di armonia jazz, improvvisazione con diversi musicisti internazionali (Shawn Monteiro, Kirk Lightsey e Rachel Gould). Giulia è presente sulla scena bolognese e non solo, come cantante del Duo Carunchio ed ha attive varie collaborazioni tra cui gli Alice Tambourine Lover e la Tarma. In questo progetto originale è, insieme a Matu Maini, autrice e arrangiatrice dei brani. Matu Maini (voce, chitarra, ukulele, mandolino e banjo) Diplomata in chitarra moderna e world music al CFM di Bologna, Matu Maini (aka Laura Masi), ha suonato in vari progetti musicali sin da giovanissima, spaziando dal rock al jazz, dal folk all'elettronica (Spider Joint, Elanoir, DHOS, Minor Swing Quintet) e collaborando parallelamente anche con altri gruppi (Alice Tambourine Lover e la Tarma). Nel 2015 Matu Maini decide di incidere un album di inediti, un repertorio di brani folk, progetto che insieme ad altri musicisti prende il nome Pristine Moods. Nel 2016 continua questa produzione acustica insieme a Giulia, dando vita ai Paolo doesn't Play With Us e dando vita nel 2017 al loro album d’esordio:</p><p> PAOLO DOESN'T PLAY WITH US - &quot;Reversal of Fortune &quot;<br /> Co-produzione PdPWu &amp; Sergio Altamura<br /> Special Guests: Sergio Altamura - Lap Steel &amp; Prepared Guitar; Tommy Ruggero - Percussions &amp; Glockenspiel<br />Giulia Meci e Matu Maini collaborano entrambe in diversi progetti musicali, insieme hanno inciso per Alice Tambourine Lover e riarrangiato in chiave acustica alcuni live de La Tarma. Da un anno attive nella scena live, a gennaio 2017 saranno in studio per registrare il primo album.</p><p><strong>TEATRO SENZA MASCHERA</strong></p><p>&quot;Teatro Senza Maschera e’ una compagnia di improvvisazione teatrale nata da &nbsp;Fabio Catalani, Davide Puccetti e Simone Bonetti...ed una bottiglia di lambrusco. &quot;</p><p> <strong>ELOISA ATTI in Quintet</strong><br /> Cantante e musicista bolognese, Eloisa Atti inizia la sua attività da bambina, facendo parte del prestigioso &quot;Piccolo Coro dell'Antoniano”, partecipando a sei edizioni del &quot;Festival Internazionale dello Zecchino d'Oro&quot;. Figlia del poeta Luciano Atti, Eloisa studia violino per poi passare al canto. Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l'Università di Bologna con la tesi &quot;La musica nera proposta come strumento didattico integrativo all'insegnamento della lingua inglese&quot;, è docente di inglese per i corsi di Jazz al conservatorio A. Buzzolla di Adria. Prende parte stabilmente a svariati spettacoli teatrali e televisivi. Dopo aver realizzato due album con i &quot;Sur&quot; e tre con il chitarrista Marco Bovi, presenta lo spettacolo &quot;Penelope&quot; da lei interamente ideato e composto. Accompagnata da un sestetto d'eccezione pubblica l'album omaggio a Billie Holiday &quot;Everything Happens for the Best&quot;. Eloisa Atti in quartet presenta, in questa occasione, lo spettacolo &quot;Edges&quot;, dove il sound americano tra country-jazz, blues e folk prende un colore sorprendente grazie al gusto italiano per la melodia. Le canzoni di Eloisa Atti, richiamano alla memoria una classicità connessa ad emozioni che si credevano perdute. &quot;Edges - dice Atti - sono i bordi estremi, intesi come margini che racchiudono un'identità, e al tempo stesso rappresentano separazione e contiguità tra mondi diversi, differenze drammatiche e vincoli indissolubili&quot;. &quot;Edges&quot; è mixato a Tucson dal leggendario Craig Schumacher e masterizzato in Italia da Giovanni Versari (Grammy 2016 ai Muse per &quot;Best rock album &quot;).<br /> Eloisa Atti voce, concertina e ukelele<br /> Marco Bovi chitarra<br /> Emiliano Pintori piano e organo<br /> Stefano Senni contrabbasso<br />Marco Frattini batteria</p><p> <strong>YULIA ZUBAREVA QUINTET</strong> <br />La cantante bolognese Yulia Zubareva si è classificata 2° al &quot;Concorso nazionale Vociferando&quot;. Artistica eclettica, voce potente, densa e profonda in grado di suscitare emozioni e creare atmosfere soffuse, quasi impalpabili. Yulia è accompagnata da un quartetto nato 12 anni fa, composto da: Stefano Cordoni alla chitarra, Nicola Bolognesi al sassofono, Marco Presotto al contrabbasso, Gabriele Molinari alla batteria. &quot;Yulia Zubareva quintet&quot;, ha suonato in diversi luoghi nel nostro territorio; a Bologna è stato ospite diverse volte da CostArena. I suoi generi preferiti sono classical jazz, country blues, rhytm &amp; bues, rock and roll, nusica leggera, pop classica, indie rock.</p> <div ><div class="content-view-embed"> <div class="class-image"> <div class="attribute-image"><img src="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/var/comune_anzola/storage/images/media/images/la-fabbrica-di-apollo/1562370-1-ita-IT/La-Fabbrica-di-Apollo_medium.jpg" width="145" height="290" alt="La-Fabbrica-di-Apollo" title="La-Fabbrica-di-Apollo" /></div> </div> </div> </div> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/La-Fabbrica-di-Apollo ac4bb5f397a58f2327cb6b2503d9784b Sat, 20 Jan 2018 09:10:00 +0100 L'immagine della donna nell'arte <p>&nbsp;</p><p> <strong>L’immagine della donna nell’arte. La bellezza, il fascino, il mito.</strong><br />Quattro incontri sull’arte sacra a cura di Gabriele Gallerani del Centro culturale anzolese e della Biblioteca</p><p> alle ore 20.30<br /> nella sala polivalente della Biblioteca&nbsp;<br />piazza Giovanni XXIII, Anzola dell’Emilia</p><p><strong>8 marzo 2018. Giornata internazionale della donna. La donna nell’arte.</strong> Donne. Affascinanti, attraenti, misteriose. Donne che in molte culture sono al centro di un universo dove l’uomo pare essere la figura dominante quando, in effetti, è nel creare Eva che Dio ha dato il meglio di sé stesso. Il fascino femminile ha ispirato poeti, romanzieri, pittori e scultori in ogni tempo, inducendoli a celebrare la donna come madre, sposa, amica, amante o modella, perpetuando nelle loro opere il ricordo della loro bellezza, il ricordo di un grande amore, l’angoscia di un amore tradito o il tormento per un amore non corrisposto. Da secoli la donna è ritratta nelle opere d’arte. Complice del maschio nel creare momenti felici, non c’è stato artista che non abbia raffigurato la donna nelle sue opere. La vediamo nello splendore della femminilità, nella perfezione del corpo, nella giovinezza, nel turbamento dell’eros. Ma la vediamo anche nella sua individualità, nella sua umanità, nel suo essere completamento e sostegno della famiglia. Non solo corpo ma anche carattere.</p><p><strong>Le date della rassegna sono state modificate a causa dell'emergenza meteo che si è verificata del mese di febbraio. Ecco le nuove date:</strong></p><p> <strong>giovedì 15 marzo 2018</strong><br /> La figura della donna dalle origini (egizi, classicità greca e romana) ad oggi.<br /> Il concetto di bellezza e il modo di rappresentarla degli artisti medievali.<br /> Il fascino della donna: da Monna Lisa alla Venere del Botticelli, da Rubens a Modigliani.<br /> Il volto dell’amore visto da Hayez, Chagall, Sebastiano del Piombo …<br />Eros e thanatos</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>giovedi 22 marzo 2018</strong><br /> La donna nell’arte medievale (Giotto e Michelangelo).<br /> La donna nel Rinascimento.<br /> Gli effetti di Concilio di Trento e Controriforma nell’espressione artistica.<br />Le donne raffigurate dalle donne. Le grandi pittrici da Lavinia Fontana a Rosalba Carriera, da Berthe Morisot ad Angelica Kauffmann, da Mary Cassat a Tamara de Lempicka a Frida Kahlo.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Mercoledì 4 aprile 2018</strong><br /> Le madri, sorgenti di vita ed amore.<br /> L’immagine di Maria, madre di Gesù<br /> Abramo, Sara ed Agar.<br /> Erodiade e Salomè.<br /> La famiglia Arnolfini, di Jan van Eyck.<br />&nbsp;“Le due madri” di Giovanni Segantini.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Mercoledì 11 aprile 2018</strong><br /> Muse, modelle, mogli e amanti di grandi artisti.<br /> La “fornarina”, musa di Raffaello.<br /> Simonetta Vespucci. Mito del Rinascimento.<br /> Le donne di Rubens.<br /> Le muse di Renoir.<br /> Francisco Goya, la duchessa d’Alba Maria Teresa Cayetana de Silva e le Majas: il mistero, le ipotesi, il mito.<br /> Gala e Salvador Dalì.<br /> Renato Guttuso e Marta Marzotto.<br /> Alma Maria Shindler, l’ossessione di Oskar Kokoschka.<br /> L’amore intenso e tormentato di Camille Claudel per Auguste Rodin.<br /> Elizabeth Siddal e Jane Burden, modelle e muse dei preraffaelliti.<br /> “Maternità” di Gino Severini.<br /> “Le tre età della donna” di Gustav Klimt.<br /> “Colazione a letto” di Mary Cassat.<br />Madri e figli dipinti da Pablo Picasso.</p><p>Gli incontri sono gratuiti e curati da Gabriele Gallerani, per il Centro culturale anzolese.</p><p> Per informazioni:<br /> Biblioteca comunale telefonare 051 6502222/223/225<br /> biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it <br /> Centro culturale anzolese: (Gabriele) 339.4097959<br />info@centroculturaleanzolese.it</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/L-immagine-della-donna-nell-arte bad9bc2f352d88f1fe9cadd2f292531c Sun, 14 Jan 2018 07:11:00 +0100 Cogito ergo scrivo <p><strong>La presentazione di One night in Orlando di Alice Benassi, prevista per venerdì 23 febbraio è stata spostata a venerdì 30 marzo</strong></p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Lunedì 29 gennaio</strong> ore 18.30<br /> Centro sociale Ca' Rossa<br /> via XXV aprile, 25<br /> Presentazione del libro <strong>&quot;Incredibili vite nascoste nei libri&quot;</strong>&nbsp;di Patrizia Caffiero, Musicaos Editore.<br /> <em>Cosa può accadere tra le mura di una casa, all'interno di quell'equilibrio sottile costituito dalla famiglia, dalla convivenza di persone appartenenti a diverse generazioni, con desideri, emozioni e vite totalmente differenti? Storie di allontanamenti e ricongiungimenti, migrazioni, fughe, viaggi, vite costrette a fare i conti con una violenza cieca, dinanzi a cui si può solo resistere, uscendone stravolti, oppure scappare, in cerca di una redenzione. Rivoluzioni che attraversano il paese, nel nord e nel sud, e le famiglie, i costumi, le abitudini, i sogni: ci appartengono perché ci somigliano, ci sono vicine. Maddi, Zoubida, Nena, Vince, Laura, Ilaria, Sarah, Cloe, il Signore e la Signora Flick, Allegra, Maria, Jacopo, Filippo, sono le incredibili vite nascoste nei libri, scritte da Patrizia Caffiero. «Incredibili vite nascoste nei libri» è il titolo della raccolta di racconti scritti da Patrizia Caffiero, punto di partenza di storie che attraversano lo spazio e il tempo per tramandare un'esistenza, vissuta al riparo dal mondo, oppure sconvolta dalle sue intemperie.</em><br /> Saranno presenti l'Assessore alla Cultura Danilo Zacchiroli e Patrizia Vannini, poetessa.<br />Seguirà buffet a base di specialità salentine per tutti i presenti.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 13 marzo</strong> ore 20.30<br /> sala narrativa della biblioteca<br /> Piazza Giovanni XXIII, 2<br /> Presentazione del libro <strong>621 anni da te</strong>, Montag editore, di Elena Gaddi<br /> <em>Tutto ciò che pensi di non dover mai fare in Iran... con la semplicità di chi si sveste di tutto ciò che ha dentro, per calarsi a pieno nella realtà che lo circonda. In questa terra così distante, Alessia scopre la vita e una famiglia meravigliosa, quella che probabilmente ha lasciato prima di nascere, con la consapevolezza che un giorno si sarebbero ritrovati, anche quaggiù, su questo mondo che gira, che non è poi così diverso e nemmeno troppo grande. Un'avventura fuori dal tempo, alla scoperta di un paese lontano. I pregiudizi crollano sotto la straordinaria potenza di un sentimento profondo.</em><br />Parleranno del libro l'Assessore alla Cultura Danilo Zacchiroli e Patrizia Caffiero</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Venerdì 30 marzo</strong>&nbsp;ore 20.30<br /> sala narrativa della biblioteca<br /> Piazza Giovanni XXIII, 2<br /> Presentazione di&nbsp;<strong>One night in Orlando,</strong>&nbsp;BookSprint Edizioni, di Alice Benassi<br /><em>Daniel lavora come commesso in una piccola libreria di quartiere. Un ragazzo timido, romantico, con molte cicatrici dovute ad un passato doloroso che ancora fatica a lasciarsi alle spalle. Lucas è sfrontato, carismatico, un inguaribile latin lover, anche se persiste in lui la paura di rimanere ferito se lascerà qualcuno entrare nel suo cuore. Le loro strade si incroceranno una notte ad Orlando nel locale Pulse. Da quella notte le loro vite non saranno più le stesse, cambieranno...in modi diversi, si uniranno, esploderanno di sentimenti spesso contrastanti.</em></p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Cogito-ergo-scrivo 4a31dec92359ae697d15d5e504fa0896 Sun, 07 Jan 2018 09:11:00 +0100 l'Immaginazione e il potere <p> <strong>L’IMMAGINAZIONE E IL POTERE.</strong><br /> <strong>PENSIERO E RIVOLUZIONE DAL 1917 AL 1977</strong><br />'17-'77: Sessant'anni di rivolta. Dalla rivoluzione russa ai movimenti studenteschi, il racconto a tappe di un secolo breve a cavallo tra storia e immaginario, utopia e massacri, politica e filosofia</p><p>Il critico e scrittore MATTEO MARCHESINI incontra CARLO MONACO, FILIPPO LA PORTA, ALFONSO BERARDINELLI, STEFANO BONAGA.</p><p>Evento organizzato in collaborazione con il Centro Famiglie che offrirà un piccolo rinfresco alla fine delle serate.</p><p> <strong>Giovedì 9 novembre</strong><br /> ore 20.30<br /> Sala polivalente della biblioteca&nbsp;<br /> Piazza Giovanni XXIIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /> <strong>Gramsci e il '17: la Rivoluzione contro Marx&nbsp;</strong><br />MATTEO MARCHESINI dialoga con CARLO MONACO</p><p>Nella Torino del 1917, il giovane Antonio Gramsci legge la rivoluzione leninista che sta sconvolgendo la storia russa ed europea come un trionfo della volontà e dell’idealismo, capaci di trascendere le concrete condizioni materiali: la considera, cioè, una rivoluzione marxista riuscita a dispetto delle concezioni fissate nel <em>Capitale</em> di Marx. In questa posizione confluiscono alcuni caratteri tipici della cultura italiana dell’epoca, che hanno avuto un influsso decisivo su movimenti politici diversi e perfino opposti.</p><p> <strong>Giovedì 23 novembre</strong><br /> ore 20.30<br /> Sala polivalente della biblioteca&nbsp;<br /> Piazza Giovanni XXIIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /> <strong>Sartre dopo il '45: esistenzialismo e comunismo&nbsp;</strong><br /> MATTEO MARCHESINI dialoga con FILIPPO LA PORTA<br />Dopo la tragedia della seconda guerra mondiale, molti intellettuali si avvicinano al comunismo, a volte mescolandolo a idee e suggestioni spiritualistiche e nichiliste che costituiscono una parte fondamentale della loro formazione, e che dunque non intendono rinnegare. Uno dei matrimoni più interessanti e strani è quello tentato in Francia da Jean-Paul Sartre tra marxismo ed esistenzialismo, cioè tra una filosofia materialista, imperniata sul collettivo, e una filosofia idealistica, imperniata sull’individuo isolato e sulle sue angosce di uomo libero. Questo matrimonio sarà invece rifiutato da un altro esistenzialista sui generis, il rivale di Sartre Albert Camus.</p><p> <strong>Martedì 12 dicembre</strong><br /> ore 20.30<br /> Sala polivalente della biblioteca&nbsp;<br /> Piazza Giovanni XXIIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /> <strong>Marcuse e il '68&nbsp;</strong><br /> MATTEO MARCHESINI dialoga con ALFONSO BERARDINELLI<br />Tra gli anni Cinquanta e Sessanta, con i suoi libri <em>Eros e civiltà</em> e <em>L’uomo a una dimensione</em>, Herbert Marcuse combinò Marx e Freud per analizzare il nuovo tipo di repressione esercitato nelle società opulente del secondo Novecento: una repressione meno violenta ma più pervasiva di quella tradizionale, fondata sul potere dei mass media, su un falso permissivismo che si traduceva in conformismo, e su un assetto socioeconomico capace di riassorbire qualunque opposizione o alternativa. Per un certo periodo, Marcuse credette quindi che il cambiamento dovesse venire dagli emarginati, dagli esclusi, dai popoli del terzo mondo. Ma fornì molti argomenti anche agli studenti ribelli del ’68, possibile avanguardia di una liberazione più estetica che economica, attraverso la quale gli uomini dell’Occidente avrebbero dovuto riappropriarsi del tempo della loro vita alienata.</p><p> <strong>Giovedì 18 gennaio 2018</strong><br /> ore 20.30<br /> Sala polivalente della biblioteca&nbsp;<br /> Piazza Giovanni XXIIII, 2 Anzola dell'Emilia<br /> <strong>Le macchine desideranti: Deleuze, Guattari e la Bologna del '77&nbsp;</strong><br /> MATTEO MARCHESINI dialoga con STEFANO BONAGA<br />Nel ’77, soprattutto a Bologna, esplose un movimento giovanile e studentesco che a differenza di quello del ’68 sembrava ormai estraneo alla dialettica del Novecento. Rapporti di produzione e ricambio delle classi dirigenti diventavano fantasmi, lasciando in primo piano un estremismo ludico, un’idea tra poetica ed esoterica delle categorie teorico-politiche, e un’attenzione ambigua alle esperienze psichiche borderline o alla logica immediata del desiderio. Il movimento mirava a essere imprendibile, indefinibile, per sfuggire a una società ormai in grado di etichettare, categorizzare e neutralizzare tutto, compresa la Nuova Sinistra. Tra i suoi punti di riferimento ebbero una certa importanza i pensatori francesi Gilles Deleuze e Félix Guattari, che proponevano una filosofia come atto creativo inesauribile, e una visione del mondo dove i poli di soggetto e oggetto, di collettivo e personale sfumavano in un flusso vitalistico inarrestabile e senza nome.</p><p> <strong>I RELATORI</strong><br /><strong>Carlo Monaco</strong>, nato a San Giovanni Lipioni (CH) nel 1942 e residente a Bologna dal 1961. Laureato in Giurisprudenza è stato Docente di Filosofia e Storia nei licei e presso le Università degli studi di Bologna, Ravenna ed Urbino. Aggiornatore didattico ed esperto di formazione è stato presidente dell’Istituto di Psicologia dell’apprendimento. E’ autore di numerose pubblicazioni e libri sia a carattere scientifico che didattico. E’ stato Consigliere e Assessore presso il Comune di Porretta Terme, Consigliere e Assessore presso la Provincia di Bologna, Assessore all’urbanistica e casa nel Comune di Bologna nel mandato del Sindaco Guazzaloca. Ha pubblicato, fra l'altro, nel 2014, &quot;I cristiani di oggi. Identità e differenze&quot;, per Pendragon e &quot;Filosofia per tutti. Il modo migliore di prendere la vita&quot; per Giraldi editore; &quot;L'eretico che ho amato&quot; per Giraldi editore, nel 2017.</p><p> <strong>Filippo La Porta</strong> ha scritto numerosi libri di saggistica e critica, tra i quali &quot;La nuova narrativa italiana&quot;. Travestimenti e stili di fine secolo&quot;. Con Giuseppe Leonelli ha pubblicato nel 2007 per Bompiani un &quot;Dizionario della critica militante.&quot; Un altro libro significativo della sua produzione è &quot;Pasolini, uno gnostico innamorato della realtà&quot;, che analizza la poliedrica attitudine artistica e critica del poeta. È consulente e membro del comitato editoriale della Gaffi. Collabora con testate giornalistiche, fra le quali il «Corriere della Sera», «Il Riformista», «Il Messaggero», «Left».<br /><strong>Alfonso Berardinelli</strong> (Roma, 1943), è saggista e critico letterario. La sua attività si è sempre contraddistinta per le analisi sulla contemporaneità, dall’avventura quasi decennale di «Diario» fino ai suoi articoli su «Il Foglio», «Il Sole 24 Ore», e su «Avvenire», passando opere come &quot;L’eroe che pensa e La forma del saggio&quot;, pietra miliare della teoria saggistica. Tra le sue pubblicazioni, ricordiamo anche &quot;Nel paese dei balocchi&quot;, &quot; La politica vista da chi non la fa&quot; (Donzelli, 2001). Con &quot;Casi critici&quot;, per Quotlibet, 2007, è stato vincitore del Premio Napoli nel 2008, anno in cui ha ricevuto anche il Premio Tarquinia Cardarelli per la Critica letteraria italiana. Con &quot;La forma del saggio. Definizione e attualità di un genere letterario&quot;, ed. Marsilio, 2002, ha vinto il Premio Viareggio-Rèpaci nella sezione Saggistica. Ha diretto dal 2007 al 2009 la collana &quot;Prosa e Poesia&quot; della casa editrice Libri Scheiwiller di Milano. Ha vinto, inoltre, il Premio Napoli e il Premio Cardarelli per la critica letteraria nel 2008. Ha pubblicato, tra l'altro, &quot;Non incoraggiate il romanzo&quot;, Marsilio, 2011, &quot;Leggere è un rischio&quot; (Nottetempo, 2012), &quot;Aforismi anacronismi&quot; (Nottetempo, 2015) e nel 2016 il saggio &quot;Discorso sul romanzo moderno. Da Cervantes al Novecento&quot;, per l'editore Carocci.</p><p> <strong>Stefano Bonaga</strong>, nato a a Bologna nel 1944. Filosofo, Docente di antropologia filosofica, ex assessore. Laureatosi con Gilles Deleuze, docente presso la cattedra di antropologia filosofica nella facoltà di Scienze della Formazione dell' Università di Bologna. Nel 1988 ha pubblicato &quot;Tre dialoghi: un invito alla pratica filosofica&quot;, volume di Ermanno Bencivenga. <br />Attivo anche in politica soprattutto nel bolognese, Bonaga viene eletto consigliere comunale come indipendente nella lista del PCI (subentrato nel 1989), è rieletto nel 1990 per poi diventare assessore del PDS agli Affari generali, Rapporti con i cittadini e innovazione, nella giunta Vitali, a partire dal 1993 fino al 1995. Nel 2011 ha pubblicato &quot;Sulla disperazione d'amore&quot;, edizioni Aliberti.</p><p><strong>Matteo Marchesini,</strong> saggista e scrittore, nato a Castelfranco Emilia 1979. Tra il 1999 e il 2003 ha gestito una piccola libreria e dal 1998 al 2010 ha collaborato a un annuario di poesia curato insieme a G. Manacorda e P. Febbraro. Già autore di libri per ragazzi, tra le sue pubblicazioni si ricordano: un libro di racconti intitolato &quot;Le donne spariscono in silenzio&quot;(2005), il ritratto-guida Perdersi a Bologna (2006), le poesie di &quot;Marcia nuziale&quot; (2009), le satire di &quot;Bologna in corsivo&quot;. &quot;Una città fatta a pezzi&quot; (2010), i saggi letterari &quot;Soli e civili&quot; (2012) e &quot;Da Pascoli a Busi&quot;. &quot;Letterati e letteratura in Italia&quot; (2014). Del 2013 è il suo primo romanzo &quot;Atti mancati&quot;, candidato al Premio Strega dello stesso anno, mentre è del 2017 la raccolta di tre romanzi brevi &quot;False coscienze. Tre parabole degli anni zero&quot;. Attualmente collabora tra l’altro con «Radio Radicale», «Il Foglio», «Il Sole 24 Ore».</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/l-Immaginazione-e-il-potere 198972e9e2259148252dd4799623de4a Mon, 30 Oct 2017 19:29:00 +0100 Cinemartedì per bambini <p> <strong>Cinemartedì per bambini</strong><br />Novembre - dicembre 2017</p><p>I film del programma sono stati scelti da voi; sono i vincitori di tre sondaggi che abbiamo pubblicato periodicamente sulla pagina facebook del Comune di Anzola dell'Emilia</p><p class=" text-LEFT">&nbsp;</p><p class=" text-LEFT"> <strong>Martedì 28 novembre</strong> ore 17.00<br /> sala polivalente della biblioteca<br /> <strong>Cinemartedì</strong><br /> <strong>Proiezione di un film di animazione per bambini diretto da Pierre Coffin e Kyle Balda</strong><br />Cast (voci in italiano): Luciana Littizzetto, Fabio Fazio, Riccardo Rossi, Selvaggia Lucarelli, Alberto Angela, Sandra Bullock, Steve Carell, Jon Hamm, Hiroyuki Sanada.</p><p>La storia inizia all'alba dei tempi. Partendo da organismi gialli unicellulari, i protagonisti si evolvono attraverso i secoli, perennemente al servizio del più spregevole dei padroni. Continuamente senza successo nel preservare questi maestri, dal T-Rex a Napoleone, i Minion si sono ritrovati senza qualcuno da servire e sono caduti in una profonda depressione. Ma un Minion di nome Kevin ha un piano, e lui - insieme all'adolescente ribelle Stuart e all'adorabile piccolo Bob - decide di avventurarsi nel mondo per trovare un nuovo capo malvagio da seguire per sé e i suoi fratelli. Il trio si imbarca in un viaggio emozionante che li condurrà alla loro prossima potenziale padrona, Scarlet Overkill (Sandra Bullock), la prima super-cattiva al mondo...</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 19 dicembre</strong> 17.00<br /> sala polivalente della biblioteca<br /> <strong>Cinemartedì Natalizio</strong><br /> <strong>Proiezione di un film di animazione per bambini diretto da Robert Zemeckis</strong><br />Cast (voci in italiano) Roberto Pedicini, Bob Cratchit, Loris Loddi, Stefano Benassi, Carlo Valli, Roberto Stocchi, Dario Penne, Chiara Colizzi, Fabrizio Vidale, Luca Ward.</p><p class=" text-LEFT">Ebenezer Scrooge incomincia le festività natalizie con il suo solito disprezzo, arrabbiandosi con il fedele contabile e l'allegro nipote. Scrooge rende chiaro che non ha nessuna intenzione di godersi le feste e, come sempre, si reca a casa da solo, dove incontra il fantasma del suo vecchio socio in affari, Joseph Marley. Marley sta pagando da morto il prezzo della sua avidità e spera di aiutare Scrooge a evitare un destino simile, così gli annuncia che sarà visitato da tre spiriti. Ma quando i fantasmi del Natale Passato, Presente e Futuro portano il vecchio Scrooge attraverso un viaggio che gli rivela delle verità che non ha intenzione di affrontare, deve aprire il suo cuore per riparare ad anni di cattiva condotta prima che sia troppo tardi.</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Cinemartedi-per-bambini aed08ee7207c28ab58406f4d76c209ec Sat, 14 Oct 2017 20:01:00 +0200 Roba da matti. Psicologia per tutti <p> <strong>“ROBE DA MATTI - PSICOLOGIA PER TUTTI”&nbsp;</strong><br />A cura dell'Amministrazione Comunale in collaborazione con l'Associazione Psicosfere</p><p><em>Per tutto il mese&nbsp;di Ottobre&nbsp;2017, oltre 30 Psicologi e Psicoterapeuti aderenti al progetto e presenti sul territorio di Bologna e Provincia mettono la loro esperienza e le loro conoscenze a disposizione dei cittadini, incontrandoli e dando informazioni sulla Psicologia e sugli Psicologi. Nel mondo dell’informazione e della comunicazione, siamo tutti in rete, ma soli con le nostre paure e le nostre difficoltà. La psicologia è l’unica disciplina moderna che si fonda sull’ascolto per favorire il contatto con se stessi e la relazione autentica con gli altri.</em></p><p>Gli incontri si terranno per quattro martedì di&nbsp;ottobre&nbsp;alle 20.30 nella sala polivalente della biblioteca, Piazza Giovanni XXIII, 2 Anzola dell'Emilia. Ingresso libero</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 3 ottobre</strong><br /> <strong>Accolita dei rancorosi,&nbsp;Invidia, senso di colpa,vergogna, disprezzo, gelosia: ovvero le inconfessabili emozioni complesse. Come ri-conoscerle e gestirle.</strong><br />A cura della Dott.ssa Eliana Pellegrini</p><p>Le emozioni complesse sono davvero solo dannose e negative? E davvero ci rendono solo persone non amabili? Oppure hanno anche scopi che ci aiutano a crescere e a migliorarci? E quando diventano invece solo il veleno della vita?</p><p>L'incontro ha l'obiettivo di parlare in modo approfondito di queste emozioni umane, di capire quanto sono importanti nella regolazione delle relazioni sociali e come fare per poterne ridurre l'intensità quando, a volte, diventano davvero troppo ingombranti.</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 10 ottobre</strong><br /> <strong>Perduta-mente: viaggio nel labirinto dell’Alzheimer</strong><br />a cura della Dott.ssa Vanessa Mele</p><p>Con il termine demenza si indica una malattia del cervello che comporta la compromissione di alcune funzioni cognitive, tra cui la memoria, il linguaggio, il ragionamento, l’orientamento e la capacità di svolgere compiti complessi. La demenza è una sindrome, cioè un insieme di sintomi, che può essere provocata da un lungo elenco di malattie, alcune molto frequenti, altre rare: l’Alzheimer è la forma più comune di demenza degenerativa e riguarda oltre il 50% circa delle diagnosi di demenza.</p><p>L’incontro sarà dedicato ad esplorare quali sono i fattori di rischio, quali sono i cambiamenti più comuni che intervengono nelle persone affette da Alzheimer e cosa differenzia l’ invecchiamento sano e fisiologico da quello patologico, nell’ottica che effettuare una diagnosi precoce è importantissimo: permette di trattare alcuni sintomi della malattia e attivare tutte le risorse disponibili per fronteggiarla al meglio.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 24 ottobre&nbsp;</strong><br /> <strong>Coppia sana C.E.R.C.A.S.I.</strong><br />A cura della Dott.ssa Cristina Sciacca</p><p>Per “coppia sana” si intende una relazione stabile tra due partner che porti alla crescita di entrambi i componenti e della coppia stessa, nel rispetto e nel riconoscimento delle diversità tipiche di ogni individuo.</p><p>Ogni partner, quando coinvolto in una relazione sana, si sente nutrito da questa e può affrontare le complessità della vita con maggiore forza. In una coppia sana, per durare nel tempo per sentirsi nutrito è necessario anche nutrire l’altro e prestare cure, attenzione e protezione allo stesso sistema coppia come sistema vivo.</p><p>Sono molte le condizioni che sono necessarie affinchè si possano creare le condizioni per avere una coppia in salute e occorre proprio andarne in cerca, in quanto vivere all’interno di una relazione con queste caratteristiche richiede molto spesso volontà ed attenzione, potere di costruzione.</p><p>Essere innamorati, infatti, o avere una buona intesa sessuale, non basta a rendere una coppia in grado di affrontare anche solo la quotidianità, non solo le difficoltà che si presentano lungo le tappe della vita scandite dalle fasi del ciclo di vita della famiglia.</p><p>Nell’ambito dell’incontro si andranno a declinare i fattori che sono predittivi di buoni rapporti di coppia e di una coppia sana attraverso l’acronimo C.E.R.C.A.S.I.</p><p>&nbsp;</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Martedì 31 ottobre</strong><br /> <strong>L'ansia nel ciclo di vita: paure e angosce nei bambini.</strong><br />A cura della Dott.ssa Ambra Cavina</p><p>In ogni fase del ciclo di vita si hanno capacità, caratteristiche, comportamenti, emozioni, obblighi e obiettivi diversi e si affrontano sfide, problemi e disagi diversi di fronte ai quali ci può sentire smarriti, incompresi, soli...o ansiosi.</p><p>Ogni fase del ciclo di vita dell'essere umano presuppone un momento di crisi e di cambiamento e come tale stati di ansia, così ogni tappa evolutiva, dall'infanzia alla senilità, porta con sè ansie e paure tipiche. Spesso è difficile dare nome all'ansia, distinguerla da altre emozioni e può essere altrettanto difficile comprendere se il proprio stato d'ansia è legato ai cambiamenti specifici per la fase di vita che si sta attraversando o se appartiene a un disagio più ampio o a un quadro psicopatologico. Di certo l'ansia è anche un segnale che c'è necessità di cambiamento.</p><p>L'infanzia è quel periodo di vita che costituisce l'esempio più centrato per mostrare come sia complesso comprendere lo stato d'ansia. Nel bambino lo sviluppo neurologico e biologico non è ancora completato, non ha ancora raggiunto il suo apice. I cambiamenti nei bambini sono veloci e alcune ansie e paure sono parte inevitabile e indispensabile dello sviluppo. Di per sè le tappe dello sviluppo costituiscono fonte di ansia, eppure anche nei bambini l'ansia arriva ad essere segnale di preoccupazione, disagio, disturbo.</p><p>&nbsp;</p><p>Per info biblioteca@comune.anzoladellemilia.bo.it &nbsp; 0516502222/225</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Roba-da-matti.-Psicologia-per-tutti 66f937e5dbc210fbc3dd3c5a39ffe0b0 Sun, 03 Sep 2017 11:11:00 +0200 Festa di Anzola <p> Tutta Anzola è in festa. In particolare, la comunità parrocchiale dei Ss. Pietro e Paolo celebra la ricorrenza della Beata Vergine del Rosario. <br />Molte iniziative culturali e ricreative sono curate dalla Pro Loco, dal Comune di Anzola e dalla Parrocchia dei Ss Pietro e Paolo</p><p class=" text-center">&nbsp;</p><p class=" text-center"><strong>Iniziative culturali</strong></p><p><strong>Giovedì 5 ottobre</strong>&nbsp;alle ore&nbsp;20.30,&nbsp;presso il&nbsp;salone della Chiesa dei SS Pietro e Paolo.&nbsp;<strong>La vita e l’esperienza pastorale e pedagogica di don Milani. Conferenza </strong>&nbsp;con il Prof. Innocente Pessina (preside del Liceo Berchet di Milano e componente della Fondazione don Milani) e la Prof.ssa Mirella D’Ascenzo docente di Storia dell'educazione e Storia della scuola presso la Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione dell’Università di Bologna. Nel salone della Parrocchia<strong>&nbsp;“Il silenzio diventa voce”</strong> una mostra fotografica itinerante su don Lorenzo Milani e la scuola di Barbiana, a cura della Fondazione don Milani.&nbsp;<a href="http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Una-mostra-ed-un-convegno-dedicati-a-Don-Lorenzo-Milani">Per maggiori info vai alla notizia</a></p><p> La mostra si compone di 29 pannelli che presentano la vita del priore: la sua giovinezza, il seminario, l’arrivo a Barbiana, la nascita della scuola ed i suoi sviluppi. Gli scatti si concentrano sugli anni trascorsi a Barbiana, e narrano i luoghi, i volti e le atmosfere che don Lorenzo Milani trovò in quel pezzo di mondo ai margini della società.<br /> <strong>Domenica 8 ottobre</strong>, alle ore 15.30:&nbsp;v<strong>isita guidata alla Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo,</strong>&nbsp;con appuntamento davanti alla Chiesa in via Goldoni 42.&nbsp;<br /><strong>Giovedì 12, 19 e 26 ottobre</strong>, alle ore 20.30,&nbsp;Ciclo di incontri sull'arte sacra:&nbsp;<strong>Il Giudizio Universale,</strong><strong>&nbsp;raccontato per immagini. Il Paradiso e l'Inferno visto dai grandi artisti medievali, rinascimentali, barocchi e fiamminghi</strong>. Presso la&nbsp;Chiesa dei Ss.&nbsp;Pietro e Paolo. Le conferenze saranno gratuite e aperte a tutti, con l'ausilio di proiettore e diapositive. A cura di Gabriele Gallerani del Centro Culturale Anzolese.</p><p class=" text-center"><strong>La Sagra</strong></p><p> <strong>Sabato 7 ottobre</strong>&nbsp;dalle ore 18.00 -&nbsp;<strong>Domenica 8 ottobre</strong>&nbsp;dalle ore 10.00: <strong>stand gastronomico </strong>&nbsp;con crescentine fritte, salumi, raviole, pinze e brazadela, vino, bevande e gelati. Presso Asilo Parrocchiale <strong>&nbsp;n via Goldoni.</strong><br /><strong>Sabato 7 ottobre </strong>&nbsp;dalle ore 19 - Domenica 8 ottobre con orario: 8,30 – 12,30 / 14,30 – 22,30 : <strong>Pesca di beneficenza</strong>. Presso Asilo Parrocchiale <strong>&nbsp;n via Goldoni.</strong></p><p><strong>Domenica 8 ottobre</strong>, dalle 9:&nbsp;<strong>Mercatino artistico e Mercato degli ambulanti. </strong>Presso Piazza Berlinguer, via XXV aprile e via Goldoni.</p><p><strong>Domenica 8 ottobre</strong>&nbsp;dalle 14.30:&nbsp;<strong>I Portici di Anzola</strong>&nbsp;- Mercatino di libero scambio di giocattoli e/o fumetti organizzato dai bambini e dai loro genitori. Presso via Goldoni.</p><p class=" text-center"><strong>Manifestazioni e spettacoli</strong></p><p><strong>Sabato 7 ottobre</strong>&nbsp;dalle 16.00, <strong>domenica 8 ottobre</strong> dalle ore 10.00m in piazza Giovanni XXIII,&nbsp;<strong>CIOKinTOUR </strong><strong>Festa del cioccolato artigianale.</strong></p><p>La manifestazione, promossa dal Comune di Anzola, dalla Pro Loco con i maestri cioccolatieri provenienti da diverse regioni d’Italia. Una cascata di cioccolato fondente, al latte, al peperoncino, alla malva, aromatizzato al caffè, rum, violetta e tanto altro ancora...Una festa densa di cioccolato squisito e profumato! Sia sabato che domenica in programma per I bambini <strong>laboratori</strong> per lavorare il cioccolato e la pasta di zucchero<strong>.</strong></p><p><strong>Sabato 7 ottobre</strong>&nbsp;dalle 21.30, presso l'Asilo parrocchiale in via Goldoni,&nbsp;<strong>Silent disco &amp; Disco dance ‘70/’80</strong>&nbsp;con musica per ragazzi e adulti.&nbsp;</p><p><strong>Giovedì 5 ottobre</strong> alle ore&nbsp;20.30,&nbsp;presso il&nbsp;salone della Chiesa dei SS Pietro e Paolo.&nbsp;<strong>La vita e l’esperienza pastorale e pedagogica di don Milani. Conferenza</strong> con&nbsp;il&nbsp;Prof.&nbsp;Innocente Pessina della Fondazione don Milani e con la Prof.ssa Mirella D’Ascenzo, docente all’Università di Bologna.&nbsp;</p><p class=" text-left"> <strong>Domenica 8 ottobre</strong>, alle ore 15.30, <strong>Visita guidata alla Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo;</strong>&nbsp;appuntamento davanti alla Chiesa parrocchiale, via Goldoni 42.&nbsp;<br /><strong>Giovedì 12, 19 e 26 ottobre</strong>, alle ore 20.30,&nbsp;presso la&nbsp;Chiesa dei Ss.&nbsp;Pietro e Paolo Ciclo di incontri sull'arte sacra:&nbsp;<strong>Il Giudizio Universale raccontato per immagini. Il Paradiso e l'Inferno visto dai grandi artisti medievali, rinascimentali, barocchi e fiamminghi</strong>. Conferenze gratuite e aperte a tutti, con l'ausilio di proiettore e diapositive. A cura di Gabriele Gallerani del Centro Culturale Anzolese.</p><p class=" text-center"> <strong>La Sagra</strong><br /> <strong>Sabato 7 ottobre</strong> dalle ore 18.00 - <strong>Domenica 8 ottobre</strong> dalle ore 10.00, in via Goldoni (Asilo Parrocchiale)<strong>&nbsp;stand gastronomico</strong> con crescentine fritte, salumi, raviole, pinze e brazadela, vino, bevande e gelati<br /><strong>Sabato 7 ottobre</strong> dalle 19, in via Goldoni (Asilo Parrocchiale) <strong>Pesca di beneficenza</strong>. <strong>Domenica 8 ottobre</strong>, dalle 9, presso Piazza Berlinguer, via XXV aprile, via Goldoni</p><p class=" text-center"><strong>Mercatino artistico e Mercato degli ambulanti</strong></p><p><strong>Domenica 8 ottobre</strong> dalle 14.30 in via Goldoni: <strong>I Portici di Anzola</strong> - Mercatino di libero scambio di giocattoli e/o fumetti organizzato dai bambini e dai loro genitori.</p><p class=" text-center"><strong>Eventi e spettacoli</strong></p><p> <strong>Sabato 7 ottobre</strong> dalle 16.00,<strong>&nbsp;domenica 8 ottobre</strong> dalle ore 10.00 in Piazza Giovanni XXIII <br /><strong>CIOKinTOUR Festa del cioccolato artigianale</strong> con stand gastronomici, dimostrazioni e degustazioni, esposizione e vendita, laboratorio per bambini.</p><p><strong>Sabato 7 ottobre</strong> dalle 21.30 presso via Goldoni (Area Asilo Parrocchiale) <strong>Silent disco &amp; Disco dance ‘70/’80</strong> con musica per ragazzi e adulti.</p><p class=" text-center"><strong>Celebrazioni religiose</strong></p><p class=" text-left"><strong>S</strong><strong>abato 7 ottobre,</strong>&nbsp;alle ore 9.00, presso la Cappella dell’Asilo parrocchiale.&nbsp;<strong>Santa Messa</strong>&nbsp;</p><p>ore 18.30 presso la Cappella di via Baiesi&nbsp;<strong>Santa Messa</strong>&nbsp;.</p><p> <strong>Domenica 8 ottobre</strong>&nbsp;ore 7.30, alle ore 9.30, alle ore 11.30, presso la Chiesa Parrocchiale&nbsp;<strong>Santa Messa</strong>&nbsp;<br />alle ore 17.30:&nbsp;<strong>Recitazione del Rosario;&nbsp;</strong>ore 19.30:&nbsp;<strong>Secondi Vespri,</strong>&nbsp;a seguire, lungo via Goldoni, alle ore 20.00&nbsp;<strong>Solenne Processione&nbsp;</strong>&nbsp;</p> Patrizia Caffiero http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Festa-di-Anzola4 0d4bc83211f23f3b76942ef38242136c Sat, 05 Aug 2017 07:30:00 +0200 Festival Jazz dell'Area Metropolitana di Bologna <p> Si rinnova l’appuntamento con il <strong>Festival Jazz dell'Area Metropolitana di Bologna</strong> ad Anzola, arrivato alla sua terza edizione. Anche quest'anno è previsto un programma musicale di altissimo valore artistico, che promette un’esplorazione interessante, seria e leggera, come da tradizione del festival, nella storia e nella contemporaneità del jazz. Nel 2016 l'apertura della rassegna era stata affidata al grande Fabrizio Bosso; anche per l’edizione 2017 il Festival premia i fiati, e la tromba in particolare con <strong>Arne Iorth</strong>, trombettista norvegese, importante esponente di quel movimento musicale scandinavo che è da anni un riferimento in Europa per le nuove direzioni del jazz. <br />Il primo appuntamento in programma intende valorizzare il <strong>Concorso Mister Jazz</strong>, che quest'anno giunge alla sua dodicesima edizione.</p><p> Il <strong>28 agosto</strong>, infatti, salirà sul palco uno dei gruppi vincitori delle passate edizioni, il <strong>Marcello Molinari ensemble</strong>. Il concorso, rivolto a band di talento, è spesso stato un trampolino di lancio per l'affermazione dei giovani artisti partecipanti nel panorama nazionale ed europeo. Le date successive daranno spazio al grande soul (<strong>Gloria Turrini trio</strong>, 11 settembre) al gospel di qualità (<strong>Praising Project</strong>, 17 settembre), visto che una delle peculiarità del Festival rispetto ad altre manifestazioni è non dimenticare i parenti stretti del jazz. <br /> <strong>Gabriele Molinari</strong>, il Direttore Artistico del Festival, ha dichiarato che a rendere speciale il Festival è anche la scelta di porre all'attenzione del pubblico le peculiarità di alcuni strumenti; nelle scorse edizioni sono stati chiamati maestri del vibrafono; nella prossima <strong>Alberto Gurrisi</strong> del <strong>Tessarollo Trio</strong> (18 settembre) ci mostrerà le potenzialità straordinarie dell'organo Hammond B3. L'Hammond, inventato dall'orologiaio americano Laurens Hammond nel 1935, ha attraversato da protagonista la storia della musica, spopolando in diversi generi: nato per suonare musica sacra nelle chiese, è stato utilizzato nel rock, nel pop; e nel jazz, appunto.<br /> Concludendo, il Festival Jazz dell'Area Metropolitana inserisce nel suo palinsesto diversi linguaggi musicali; porta di fronte al pubblico strumenti particolari; infine, nutre grande interesse per i talenti giovanili in formazione, come dimostra, oltre al concorso Mister Jazz (i cui partecipanti aprono e chiudono il Festival) l'appuntamento con la <strong>SaxBo Orchestra</strong> (25 settembre), diretta dal Maestro <strong>Daniele Spaziani</strong>, che promuove da alcuni anni l’esperienza degli studenti del Conservatorio G. B. Martini di Bologna negli organi d’insieme.<br />Ingresso libero a tutti gli eventi. I concerti sono garantiti anche in caso di pioggia, ma si svolgeranno nella sala polivalente della biblioteca comunale, ad Anzola, Piazza Giovanni XXIII, 2.</p><p>&nbsp;</p><p><strong>Programma</strong></p><p> <strong>Lunedì 28 Agosto</strong> ore 21.30&nbsp; Piazzetta Grimandi<br /> <strong>Marcello Molinari Ensemble</strong><br /> Marcello Molinari alla batteria, Andrea Ferrario al sax, Claudio Vignali al piano, Giannicola Spezzigu al contrabbasso, Pasquale Paterra alla tromba, Danilo Mineo alle percussioni.<br /> Ensemble di vincitori del Concorso Mister Jazz a cura dell'Anzola Jazz Club Henghel Gualdi, che si sono imposti a livello europeo e Nazionale in Festival Jazz. <br /> Autori di composizioni originali che hanno ricevuto lusinghiere recensioni, con numerosi CD e DVD al loro attivo.<br />Ore 16.30&nbsp; <strong>Seminario di musica d’insieme</strong></p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Lunedì 4 Settembre</strong> ore 21.30&nbsp; Piazzetta Grimandi<br /> <strong>Arne Hiorth Quartet</strong><br /> Arne Hiorth tromba, Claudio Vignali pianoforte, Giannicola Spezzigu contrabbasso, Marcello Molinari batteria.<br /> Arne Hiorth e’ uno dei piu’importanti trombettisti europei e del Sud Africa, detentore dello Spelleman Award For Jazz. Ha una lunga storia di creazione di progetti musicali in Sud Africa; celebre la sua partecipazione a Cape Town al Song of Freedom Musical per Nelson Mandela. Con il suo album Snowe’ stato in tournée a Londra, Berlino, New York.<br /> Autore di numerosi brani musicali fra i quali ilNorvegian Snow, dove appaiono anche alcuni accordi di musiche popolari norvegesi.<br />Ore 16.30 <strong>seminario La tromba, come si usa.</strong></p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Lunedì 11 Settembre</strong> ore 21.30&nbsp; Piazzetta Grimandi<br /> <strong>Gloria Turrini Trio</strong><br /> Premio Italia’s Got Talent. Proclamata migliore cantante italiana del Soul al Porretta Soul Festival 2016,Premio Magazzini Sonoridella Regione Emilia Romagna, vanta collaborazioni con le maggiori orchestre italiane, Singer in numerose tournée , è accompagnata da Mecco Guidi all' organo, Lele Veronesi alla batteria<br />Ore 16.30 <strong>seminario “Perchè ho questa voce?”</strong></p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Domenica 17 settembre</strong> ore 21<br /> Le Notti di Cabiria<br /> <strong>Praising Project</strong><br /> Concerto Gospel in onore di Monsignor Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna.<br />Il Praising Ensemble è giudicato uno dei migliori gruppi Gospel nazionali</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Lunedì 18 settembre</strong> ore 21.30 sala polivalente della Biblioteca, Piazza Giovanni XXIII, 2<br /> <strong>Tessarollo Organ Trio</strong><br /> Luigi Tessarollo esegue solo musiche originali sue o dei suoi compagni del trio, che sono: Alberto Gurrisi all'organo Hammond B3, Enzo Zirilli alla batteria, docente di percussioni al conservatorio. Al momento del concerto, il trio sarà appena tornato da Umbria Jazz 2017.<br />Luigi Tessarollo, docente di chitarra jazz al Conservatorio di Milano. Ha pubblicato oltre 30 album con alcuni dei migliori musicisti jazz italiani e internazionali: in duo con Stefano Bollani, con il tenorista americano George Garzone, con il batterista newyorkese Adam Nussbaum, con la cantante Rachel Gould, con Ron Vincent e Dean Johnson (ritmica di Gerry Mulligan) e Maurizio Giammarco. </p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Lunedì 25 settembre</strong> ore 21.30 Sala consiliare &quot;Francesco Testoni&quot;<br /> <strong>Sax BO Orchestra del Conservatorio di Bologna</strong><br />Diretta dal Prof. Daniele Faziani, nell’ambito del progetto di alternanza Scuola – Lavoro, con questo ensemble si permette ai giovani studenti di di fare esperienza e mettere in mostra il loro talento.</p><p>&nbsp;</p><p> <strong>Lunedì 2 ottobre</strong> ore 21.30&nbsp; Sala Polivalente<br /> <strong>Manuela Mameli Project - Mister Jazz 2017</strong><br /> Ha vinto le selezioni di Mister Jazz 2017. Come tradizione, in fatti il concerto di chiusura della rassegna è riservato ai vincitori di questa selezione.<br />Molti dei vincitori delle passate edizioni hanno partecipato a concorsi nazionali (Santa Cecilia) ed internazionali, arrivando sempre fra i primi tre, con nostra grande soddisfazione.</p> Patrizia Saggini http://www.comune.anzoladellemilia.bo.it/In-evidenza/Festival-Jazz-dell-Area-Metropolitana-di-Bologna 3a26bfe8ce1cb5762472fd564d1068e7 Mon, 24 Jul 2017 11:45:00 +0200