Ad Anzola nasce l’Albo della cittadinanza attiva per volontari a km0 - Comune di Anzola dell'Emilia

Vai ai contenuti principali
 
Sei in: Home » Comunichiamo » Comunicati Stampa » Ad Anzola nasce l’Albo della cittadinanza attiva per volontari a km0  

Ad Anzola nasce l’Albo della cittadinanza attiva per volontari a km0

Con Delibera di Giunta n.109/2015, l’Amministrazione comunale ha approvato il Regolamento per l’istituzione dell’Albo della cittadinanza attiva nel Comune di Anzola dell’Emilia.
D’ora in poi, anche i volontari singoli avranno un registro comunale a cui iscriversi per prestare la propria opera a favore della collettività, sulla base degli interventi progettati dall’Amministrazione comunale o eventualmente proposti dai volontari stessi.  
Ciò significa che, oltre alle attività delle Associazioni di volontariato che già tanto realizzano sul territorio comunale, nel prossimo futuro anche i cittadini potranno offrirsi per attività di volontariato come singoli operatori dedicando qualche ora del proprio tempo agli altri.
“Con l’istituzione dell’Albo della Cittadinanza Attiva, la nostra Amministrazione ha voluto valorizzare il desiderio dei singoli cittadini di mettersi a disposizione della collettività, per attività che abbiano fini di solidarietà e di promozione sociale, a vantaggio di una buona qualità della vita di tutti” dichiara Antonio Giordano, Assessore alle politiche del benessere e della cittadinanza attiva che continua “il contributo volontario di tutti i cittadini è fondamentale per saldare relazioni positive e promuovere benessere diffuso, soprattutto nella situazione attuale dove la crisi economica e molti altri fattori rischiano di minacciare la coesione sociale dei nostri territori”.
I cittadini volontari possono scegliere una o più aree d’intervento tra le cinque individuate dal Comune: sociale; tecnico/ambientale/urbano; culturale e sportivo; scolastico/educativo; sicurezza e protezione civile. Ad esempio, i volontari iscritti all’Albo della Cittadinanza attiva che segnalano come area di disponibilità quella sociale potrebbero essere chiamati ad accompagnare persone disabili a fare la spesa, chi invece sceglie l’area ambiente potrebbe essere impiegato in attività di giardinaggio, chi indica il settore scuola potrebbe essere coinvolto nel Pedibus per l’accompagnamento a scuola dei bambini, chi si offre come volontario per la cultura potrebbe supportare l’organizzazione delle iniziative in biblioteca.
Tutti i maggiorenni che desiderano segnalare la propria disponibilità possono iscriversi all’Albo della Cittadinanza Attiva utilizzando l’apposito modulo scaricabile sul sito internet: www.comune.anzoladellemilia.bologna.it o presso l’URP. Per maggiori informazioni contattare lo Sportello Sociale al numero: 0516502167.
Per far conoscere tra i cittadini la nuova possibilità di fare volontariato iscrivendosi all’Albo della cittadinanza attiva, l’Amministrazione ha lanciato anche una campagna di comunicazione con lo slogan: “c/attivi contro l’indifferenza”, un invito ad attivarsi in prima persona per diventare testimoni di cittadinanza. Un tam tam che correndo online e offline si spera possa raggiungere il numero più ampio possibile di interessati. Chi lo desidera può anche approfondire l’argomento del volontariato, partecipando al convegno “Cittadinanza attiva. Esperienze a confronto” che si terrà sabato 10 ottobre prossimo alle 16,30 nella sala Consiliare del Municipio, nell’ambito della manifestazione VOLONTASSOCIATE, festa del volontariato e dell’associazionismo promossa dalla Città metropolitana di Bologna giunta alla sua 11a edizione e quest’anno ospitata per Terred’Acqua dal Comune di Anzola, dal 9 all’11 ottobre.

 
 
Biblioteca De Amicis
è un paese per giovani
Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive
URP Anzola
 
SIT
Reti di parole
Anzola prima dell'Emilia