Rilascio contrassegno speciale per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio di persone invalide - Comune di Anzola dell'Emilia

Vai ai contenuti principali
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Trasporti e via... » Rilascio contrassegno speciale per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio di persone invalide  

Rilascio contrassegno speciale per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio di persone invalide

Responsabile:

Monia Pellizzari

Dove rivolgersi

 
Potere sostitutivo:

Direttore Area Amministrativa e Innovazione, Patrizia Saggini
Nel caso il procedimento amministrativo non si concluda entro il termine previsto, l'interessato può ricorrere al soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo affinché questi concluda il procedimento entro un termine pari alla metà di quello originariamente previsto. Tale richiesta deve essere inoltrata via mail alla pec: comune.anzoladellemilia@cert.provincia.bo.it oppure per iscritto all'URP

 
Descrizione del servizio:

Il contrassegno - valido per 5 anni e rinnovabile - viene rilasciato a:
- persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta;
- ciechi assoluti e invalidi con residuo visivo non superiore a 1/20.
Può essere rilasciato anche a tempo determinato, cioè per un periodo inferiore ai 5 anni, a persone con temporanea riduzione della capacità di deambulazione a seguito di infortunio o di altre cause patologiche (la data di scadenza del contrassegno corrisponde a quella indicata nella certificazione sanitaria).
Il contrassegno è strettamente personale, non è vincolato ad uno specifico veicolo ed ha valore su tutto il territorio europeo. Per  accedere alle zone a traffico limitato, alle corsie preferenziali e in generale alle zone con controllo telematico degli accessi di specifiche città, è necessario informarsi presso gli uffici di Polizia Municipale delle stesse sugli adempimenti da eseguire per conseguire la relativa autorizzazione.

Per accedere alle zone a traffico limitato del Comune di Bologna è necessario comunicare preventivamente a mezzo fax con il modulo allegato un massimo di n. 2 targhe di auto al servizio dell'avente diritto autorizzate ad accedere alle zone della città interdette al traffico. ATTENZIONE! E' necessario specificare il periodo in cui si ha necessità di accedere alla ZTL (al massimo fino alla data di scadenza del contrassegno).  Nel caso di accesso non preventivamente comunicato, la comunicazione può essere inviata entro i due giorni successivi all’avvenuto passaggio, specificando la data del transito nell’apposito spazio “dal giorno” sopraindicato: in questo caso la targa sarà valida dalla data indicata (al massimo dalle ore 0 di due giorni prima).

Con ogni nuovo invio del modulo via fax le targhe precedentemente comunicate verranno cancellate e sostituite con quelle indicate nella nuova comunicazione, che diventeranno quindi le uniche valide per la circolazione a Bologna. Transiti con veicoli diversi saranno sanzionati. Le nuove targhe comunicate verranno sostituite con decorrenza dalla data di presentazione o invio della comunicazione.

Dal 1 Marzo 2017, in alternativa al fax, è possibile utilizzare il portale servizi on-line del Comune di Bologna https://servizi.comune.bologna.it/ per comunicare la targa del proprio veicolo e informare Tper, che gestisce il servizio di rilascio dei contrassegni per conto del Comune. Ecco come fare: 1) Accedere all'area “Servizi” del portale e cliccare su “Mobilità e strade” e quindi alla funzione “Richiesta di Inserimento/Modifica targhe collegate a Contrassegni H - residenti altro Comune”;
2) Compilare i campi richiesti;
3) Ogni comunicazione dovrà essere necessariamente accompagnata da una scansione del documento di identità valido del titolare del contrassegno e del firmatario (se diverso dal titolare).

Il contrassegno deve essere esposto sulla parte anteriore del veicolo al servizio dell'avente diritto, in maniera ben visibile dall'esterno.

Requisiti del richiedente:

Residenza nel Comune di Anzola dell'Emilia.
Certificata incapacità di deambulazione o temporanea riduzione della capacità di deambulazione; cecità assoluta e invalidità con residuo visivo non superiore a 1/20.

 
Modalità di richiesta:

Per ottenere il rilascio del contrassegno invalidi è necessario presentare la domanda su apposito modulo presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (può essere consegnata anche da altra persona che agisce per conto dell'interessato, in tal caso deve presentare la fotocopia fronte/retro del documento di identità dell’interessato e del richiedente), allegando la certificazione medica e una fototessera dell'intestatario del contrassegno. La documentazione che l’interessato può presentare è la seguente:

- certificato rilasciato presso gli ambulatori di medicina legale presenti nelle varie sedi dell’AUSL;
- certificato della visita per il riconoscimento dell’invalidità civile  quando venga riconosciuta l’indennità di accompagnamento per “incapacità a deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore;
- certificato della visita per il riconoscimento della L. 104/92 quando venga riconosciuto l’art. 3 comma 3 (cosiddetto handicap grave) e vi sia un SI’ sia sulla mobilità, sia sulla gravità della stessa o sia esplicitata la ridotta o impedita capacità motoria o deambulatoria;
- Per i non vedenti, il certificato della visita per il riconoscimento di cieco assoluto o di cieco con residuo visivo non superiore a 1/20;

- modulo di richiesta compilato e firmato dall'interessato;

- una fototessera recente dell'interessato.

 
Modalità di erogazione:

Il rilascio del contrassegno avviene in maniera immediata (previa presentazione della documentazione richiesta).
In seguito all'approvazione del D.P.R. 30/07/2012 n. 151, i contrassegni di colore arancione, validi esclusivamente in italia, devono essere sostituiti dai nuovi tagliandi di colore azzurro, conformi al modello europeo. La sostituzione può essere richiesta in qualsiasi momento dagli interessati in caso di imminenti viaggi in Europa, fermo restando che tutti i contrassegni arancioni rimarranno validi fino al 15/09/2015.

 
Costi e modalità di pagamento:

Il rilascio del contrassegno non comporta nessuna spesa.

 
Tempi:

Il rilascio e/o rinnovo del contrassegno è immediato.

 
Scadenza o validità:

Il contrassegnocon ha validità 5 anni ed è rinnovabile alla scadenza. La scadenza corrisponde alla data del compleanno dell'intestatario. Può essere rilasciato anche a tempo determinato, cioè per un periodo inferiore ai 5 anni, a persone con temporanea riduzione della capacità di deambulazione a seguito di infortunio o di altre cause patologiche (la data di scadenza del contrassegno corrisponde a quella indicata nella certificazione sanitaria).
Il rinnovo dei contrassegni della durata di 5 anni avviene con la presentazione del certificato del medico curante che confermi il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio.
Il rinnovo dei contrassegni rilasciati a tempo determinato avviene con la presentazione di un ulteriore certificato rilasciato presso gli ambulatori di medicina legale presenti nelle varie sedi dell’AUSL che attesti il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio.
E' obbligatoria la restituzione del tagliando al momento del rinnovo.
In caso di furto o smarrimento, è necessario presentare copia della denuncia rilasciata dalle autorità di Pubblica Sicurezza.
In caso di deterioramento o illeggibilità del contrassegno, occorre restituirlo allo sportello URP, per ottenere immediatamente il rilascio del duplicato.
In caso di decesso della persona titolare del contrassegno, o in caso di contrassegno rilasciato a tempo determinato e non rinnovato, è fatto obbligo restituire il contrassegno presso gli Sportelli dell’Ufficio Relazioni con il pubblico.

 
Notizie utili:

Per viaggiare all'estero al di fuori dell'Europa verificare le rispettive normative in materia di disabilità in base a convenzioni internazionali.

 
Tempi di risposta:

Immediati

 
Normativa di riferimento:
 
Aggiornato il:
26/10/2018
 
Responsabile aggiornamento:

Elisa Temellini

 
 
Biblioteca De Amicis
è un paese per giovani
Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive
URP Anzola
 
SIT
Reti di parole
Anzola prima dell'Emilia