Bonus energia elettrica - Comune di Anzola dell'Emilia

Vai ai contenuti principali
 
Sei in: Home » Guida ai Servizi » Assistenza e sa... » Bonus energia elettrica  

Bonus energia elettrica

Responsabile:

Monia Pellizzari

Dove rivolgersi

 
Descrizione del servizio:

Il Bonus Elettrico è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica. Introdotto dal Governo con DM 28/12/2007, il Bonus è stato pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica (circa il 20% di quella presunta) a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.
 Il valore dell'agevolazione varia a seconda del numero dei componenti della famiglia. I due bonus sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità. 

Requisiti del richiedente:

Possono accedere al bonus sociale tutti i clienti domestici intestatari di una fornitura elettrica nell'abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 KW, che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 8.107,5 euro (importo aggiornato dall'1/1/2017 con Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 29/12/2016); oppure inferiore o uguale a 20.000 euro per le famiglie numerose (con più di tre figli a carico).
Hanno inoltre diritto al bonus sociale tutti i clienti elettrici presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali.

I beneficiari di Carta Acquisti, a seguito del decreto interdipartimentale n. 70341 del 14 settembre 2009 e alla citata delibera, potranno beneficiare automaticamente del Bonus Elettrico.

 
Modalità di richiesta:

Per richiedere il bonus i cittadini devono presentarsi presso l'URP del Comune con la domanda redatta sull'apposita modulistica, allegando:

Per il disagio economico:

  • copia dell'attestazione ISEE in corso di validità;
  • copia del proprio documento di identità (e, nel caso di presentazione tramite delega, del documento di riconoscimento del delegato);
  • l'ultima fattura ricevuta dell'energia elettrica;
  • dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per il riconoscimento della condizione di famiglia numerosa (solo in caso di famiglie numerose con almeno 4 figli a carico), redatta sull'apposita modulistica.

Per il disagio fisico:

  • copia del proprio documento di identità (e, nel caso di presentazione tramite delega, del documento di riconoscimento del delegato);
  • l'ultima fattura ricevuta dell'energia elettrica;
  • certificato ASL redatto secondo il fac-simile presente in fondo alla pagina. Per ottenere questo certificato è necessario prendere appuntamento presso il Poliambulatorio di Anzola con un medico legale della AUSL.

I cittadini già inclusi negli elenchi delle forniture non interrompibili ai sensi del Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico, invece, possono autocertificare tutti questi elementi tramite il modulo predisposto presente in fondo alla pagina.

 
Scadenza o validità:

Il bonus elettrico per il disagio fisico può essere richiesto in ogni momento e la domanda si rinnova automaticamente di anno in anno.
Il bonus elettrico per il disagio economico, invece, può essere richiesto in ogni momento e ha validità un anno. Può essere rinnovato prima della scadenza (qualora permangano le condizioni per il quale era stato concesso) presentando, presso l'URP del Comune, domanda di rinnovo redatta sull'apposita modulistica, unitamente a:

  • copia dell'attestazione ISEE in corso di validità, nuova rispetto a quella presentata l'anno precedente;
  • copia del proprio documento di identità (e, nel caso di presentazione tramite delega, del documento di riconoscimento del delegato);
  • certificato attestante l'agevolazione in vigore, ovvero il modello che rilascia SGAte.
  • dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per il riconoscimento della condizione di famiglia numerosa (solo in caso di famiglie numerose con almeno 4 figli a carico), redatta sull'apposita modulistica
 
Tempi di risposta:

Lo sconto in bolletta comincerà ad essere applicato non prima di due mesi dalla presentazione della richiesta di ammissione presso il proprio Comune di residenza.

 
Aggiornato il:
13/05/2019
 
Responsabile aggiornamento:

Elisa Temellini

 
 
Ulteriori informazioni:
 
Biblioteca De Amicis
è un paese per giovani
Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive
URP Anzola
 
SIT
Reti di parole
Anzola prima dell'Emilia