La fattura elettronica diventa obbligatoria - Comune di Anzola dell'Emilia

Vai ai contenuti principali
 
Sei in: Home » Avvisi e Comuni... » La fattura elettronica diventa obbligatoria  

La fattura elettronica diventa obbligatoria

Dal 31 Marzo 2015 scatta l’obbligo di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici tra fornitori e Pubblica Amministrazione, come previsto dal Decreto Ministeriale n.55/2013 e dal D.L. 24 aprile 2014, n. 66 (art. 25, comma 1),  con l’obiettivo di ridurre i costi, migliorare i rapporti tra imprese e PA ed accelerare i tempi di pagamento dei debiti

Trascorsi 3 mesi dalla suddetta data, non sarà più possibile effettuare alcun pagamento, nemmeno parziale, sino all’invio delle fatture in formato elettronico.
Ciò significa che:
-         il Comune non potrà più accettare fatture in formato cartaceo emesse a partire dal 31 marzo 2015;
-         tuttavia, dal 31 marzo 2015 al 30 giugno 2015, il Comune potrà ancora pagare fatture emesse prima del 31 marzo 2015, anche se eventualmente ricevute dopo tale data;
-         se al 1 luglio 2015 il Comune sta ancora processando una fattura cartacea emessa prima del 31 marzo 2015, ai sensi della Circolare 1 del 31 marzo 2014 del MEF, dovrà portare a termine il procedimento e procedere al pagamento.

Tra i fornitori rientrano tutti i soggetti che sono in possesso di una partita IVA, compresi i liberi professionisti iscritti ad un Ordine e le Associazioni.

Per consentire la ricezione delle fatture, la normativa prevede che le amministrazioni individuino al proprio interno gli uffici destinati al ricevimento delle fatture elettroniche, mediante l’attribuzione di codici univoci.
Il Codice Univoco Ufficio è un’informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo che consente al Sistema di Interscambio (SdI), gestito dall’Agenzia delle entrate, di recapitare correttamente la fattura elettronica all’ufficio destinatario (deve essere inserito nella fattura elettronica in corrispondenza dell’elemento del tracciato 1.1.4 denominato “Codice destinatario”).

Anche se tutti i codici sono reperibili sul sito www.indicepa.gov.it, indichiamo di seguito i codici degli uffici del Comune di Anzola dell’Emilia deputati al ricevimento della fattura elettronica:

Nome ufficio Codice IPA
Area Amministrativa ed Innovazione, Segreteria Generale SBIB5N
Area Servizi alla Persona FFCGA8
Area Tecnica KA29KA
Area Economico/Finanziaria e Controllo 0MAGER

Per quanto riguarda il contenuto informativo della fattura elettronica, oltre la compilazione dei campi obbligatori, il Comune di Anzola dell’Emilia richiede ai fornitori l’inserimento di ulteriori informazioni essenziali per la corretta contabilizzazione nel sistema contabile e gestionale.
Tali informazioni saranno comunicate a ciascun fornitore per i contratti in essere.
Per i nuovi affidamenti, le informazioni richieste verranno indicate contestualmente alla comunicazione di assunzione dell’impegno di spesa. In assenza delle indicazioni fornite, la fattura elettronica verrà rifiutata e non si potrà procedere al pagamento.

A tutti i fornitori iscritti al MEPA segnaliamo che è stato previsto un servizio gratuito di emissione e conservazione della fattura elettronica tramite l’apposito portale
Analogo servizio è stato attivato anche da parte delle Camere di Commercio, per supportare le piccole e medie imprese con un limitato numero di fatture emesse nell’arco di un anno verso la Pubblica Amministrazione.
Per informazioni più approfondite consigliamo di prendere contatto con le proprie Associazioni di categoria.

 
 
Ultima modifica 16/03/2015 09:19
 
Biblioteca De Amicis
è un paese per giovani
Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive
URP Anzola
 
SIT
Reti di parole
Anzola prima dell'Emilia